L'Olimpia Milano crolla. La Mens Sana Siena in semifinale


Mancava ancora un tassello per completare la griglia delle semifinali playoff della Serie A di basket, e questo posto se l’è preso la Mens Sana Siena, in maniera più che meritata. Ieri sera ha vinto al Forum di Assago gara 7 dei quarti per 90-80, dominando l’Olimpia Milano da tutti i punti di vista.

L’EA7 Armani Jeans si era illusa, dopo che nelle prime due partite era andata sul 2-0- anche se in gara 2 Siena ha buttato via una partita praticamente già vinta- mentre i toscani sono stati bravi a recuperare e ottenere la qualificazione alla semifinale, proprio in casa dei milanesi.

La partita di ieri sera ha rappresentato al meglio la stagione dell’Armani Jeans, tutta contrassegnata da una serie di “vorrei ma non posso” o altre volte da “potrei ma non voglio”. E’ la prima volta dal 2006- quando l’Olimpia uscì ai quarti contro Treviso- che i milanesi non arrivano almeno alle semifinali ed è la prima volta che succede con Giorgio Armani come presidente, e non soltanto sponsor, del club.

Un fallimento sotto tutti i punti di vista che sia il presidente Livio Proli- che dovrebbe lasciare il ruolo ad un altro uomo Olimpia- sia l’allenatore Sergio Scariolo- il primo ad essere sul banco degli imputati- non hanno potuto far altro che sottolineare anche dopo l’ultima brutta prestazione contro i campioni d’Italia in carica:” Non c’è da recriminare, solo congratularsi sinceramente con gli avversari. Hanno giocato meglio in ogni zona del campo e quell’inizio li ha sicuramente favoriti”. Scariolo si riferisce alle tre triple messe dentro da Siena all’inizio, senza particolare opposizione da parte della difesa di casa, che hanno però anche fatto capire, che la Mens Sana era psicologicamente più convinta e preparata dell’Olimpia. Ha rincarato la dose poi il presidente Proli:” è un po’ presto per fare i bilanci. Il voto alla nostra stagione? Fate voi, io direi un vota tra 0 e 5. Non ho problemi a dire che non abbiamo centrato nessuno dei nostri obiettivi”.

Ora per la EA7 Milano sarà tutto da rifare. Il contratto di Scariolo scade a giugno, ma si sa già che non farà più parte della famiglia Olimpia. Siena invece vola in semifinale con pieno merito, grazie soprattutto alle prestazioni di Hackett- partita superba ieri- e Sanikidze, che hanno fatto capire a tutti che, chi vuole vincere lo scudetto, dovrà fare i conti ancora con la Montepaschi.

Le semifinali- sempre al meglio delle sette partite- partiranno venerdì 24, con la sfida fra Roma e Cantù al Palatiziano. Sabato inizierà la serie fra Varese e Siena, con i lombardi favoriti per il titolo- come sottolineato anche ieri dal coach di Cantù Trinchieri- ma con Siena convinta più che mai, soprattutto dopo ieri sera, che quest’anno può conquistare il settimo titolo consecutivo.