NBA gara 7 Eastern Conference: Miami favorita, ma i Pacers vogliono scrivere la storia


Non molto tempo fa, i Miami Heat erano balzati agli onori della cronaca, per aver assommato 33 vittorie consecutive. Stanotte invece, ne avranno bisogno solo di una, ma sarà la più importante.

Contro tutti i pronostici, gli Indiana Pacers hanno portato le finali della Eastern Conference a gara 7 ma, per raggiungere nella finalissima NBA i San Antonio Spurs, dovranno fare una cosa che nessuna delle due contendenti in questa serie è ancora riuscita a fare: vincere due partite consecutivamente.

Miami ha giocato davvero male in gara 6, con soli 77 punti segnati (record stagionale negativo) e con una percentuale al tiro di solo 36.1%. In più, Dwayne Wade e Chris Bosh, non stanno dando l’apporto che potrebbero fornire e sabato sera hanno assommato appena 15 punti in due.

Indiana quindi cercherà di compiere l’impresa ma a favore di Miami, oltre alla forma di Lebron James, ci sarà anche il ritorno di Chris Anderson e una serie casalinga che parla di 43 vittorie e sei sconfitte. Ed è per questi motivi che gli Heat sono favoriti.

La storia poi, gioca dalla loro parte. Nelle finali di Conference, la squadra che ha giocato in casa la settima e decisiva partita, è riuscita a passare il turno nel 79,5% dei casi. Infine, le tre volte che Lebron James si è trovato a giocare partite da dentro o fuori, ha avuto una media di 34 punti a partita. Non possiamo quindi che concludere dicendo che, nonostante i Pacers siano a un passo dall’impresa, gli Heat rimangono favoriti per la finale.