5 cose che abbiamo capito guardando Belgio-USA 2-1 (dopo i tempi supplementari)


1. Romelu Lukaku ha finalmente iniziato questo Mondiale

Dopo essere stato sostituito in seguito a prestazioni scadenti in alcune partite del girone, ieri Lukaku è subentrato dalla panchina all'inizio del primo tempo supplementare, ed è stato subito decisivo. Prima si è reso protagonista di una sgroppata sulla destra e ha poi servito il pallone per il primo gol di De Bruyne, e poi lui stesso è andato a rete per il raddoppio dei Diavoli Rossi. Sarà riuscito a convincere Wilmots a ridargli il posto da titolare in squdra per il quarto con l'Argentina?

 

2. Kevin de Bruyne si sta avvicinando a diventare una grande stella

Tutto ci fa pensare che questo giocatore diventerà una grande stella. Basta guardare cosa ha fatto in occaisone del gol: la tecnica, la finta, il controllo di palla e il tiro. Ci sembra però, che a questo giocatore manchi ancora quel 5% per diventare un campione di assoluto valore. Spesso De Bruyne sbaglia ancora l'ultimo passaggio oppure tenta il tiro quando invece avrebbe dovuto servire un compagno.

 

3. Divock Origi è un campione in divenire

L'ultima stella nel firmamento della giovane generazione belga, è rappresentata da Divock Origi. Ottimi i suoi movimenti e il suo senso del gol. Lo sta cercando il Liverpool, ma il prezzo del giocatore del Lille, dopo queste prestazioni ai Mondiali brasiliani, sarà cresciuto sensibilmente...

 

4. Jan Vertonghen è bravo ad attaccare, ma spesso lascia spazio alle sue spalle

Purtroppo per i tifosi belgi, Jan Vertonghen ha trasferito in nazionale, alcuni difetti già mostrati con la maglia del Tottenham. Bravo ad attaccare e fornire assit e cross per i compagni, spesso però lascia troppo spazio alle sue spalle.

 

5. Jurgen Klinsmann ha fatto un ottimo lavoro con gli Stati Uniti

Fermiamoci un attimo a valutare il lavoro fatto da Klinsmann. Ha qualificato gli USA eliminando il Portogallo- che ha in squadra il miglior giocatore del mondo- e il Ghana, che aveva eliminato gli statunitensi nelle ultime due edizioni dei Mondiali. In più, questa nazionale ha contribuito a rendere popolare il calcio in tutto il paese. I tifosi hanno riempito parchi e bar per assitere alle partite della nazionale a stelle e strisce. Negli ultimi 15 minuti dei supplementari poi, abbiamo visto un giocatore che potrebbe diventare la stella in futuro di questi Stati Uniti: Julian Green.