5 cose che abbiamo capito guardando Colombia-Uruguay 2-0


1. James Rodriguez ha messo a segno il gol più bello del torneo

Ricordate il gol segnato dall'argentino Maxi Rodriguez contro il Messico a Lipsia nel 2006? Ecco, ieri sera James Rodriguez ha fatto qualcosa di simile.

Il controllo di petto è stato fantastico, ma il tiro al volo poi, è stato ancora più bello e si è insaccato in rete dopo aver battuto sulla traversa. James Rodriguez è il nuovo cannoniere dei Mondiali, e sta diventando un assoluto protagonista in Brasile.

 

2. James Rodriguez può diventare l'uomo del Mondiale

Lasciamo per un attimo da parte Neymar e Messi, perchè Rodriguez finora è stato un trascinatore per la Colombia e ieri ha segnato entrambi i gol che hanno deciso l'ottavo di finale con l'Uruguay.

Il 22enne del Monaco è un giocatore speciale, e nel Principato non vorranno certo lasciarselo sfuggire proprio ora.

 

3. Diego Forlan ha giocato la sua ultima partita con la nazionale

Messo al posto dello squalificato Suarez, ieri Diego Forlan ha girovagato per il campo senza avere nessun impatto sulla partita.

Dopo essere stato il protagonista quattro anni fa in Sudafrica, Forlan sembra arrivato alla fine della sua carriera. Ora tornerà in Giappone, per continuare co il Cerezo Osaka, ma la sua avventura con la nazionale, sembra decismente essere arrivata alla fine.

 

4. La Colombia sarà un avversario davvero duro per il Brasile

Dopo essere riuscito a passare solo grazie ai rigori con il Cile, ora il Brasile dovrà affrontare nei quarti la Colombia venerdì a Fortaleza. Sarà una sfida durissima per gli uomini di Scolari.

Con un Rodriguez così in forma, e un Cuadrado in grado di spaccare le difese, la retroguardia brasiliana sarà messa a dura prova (soprattutto l'incerto David Luiz di ieri) in un incontro che sarà assolutamente da non perdere.

 

5. Neanche Luis Suarez avrebbe salvato questo Uruguay

Molti ieri si sono chiesti se la presenza in campo di Luis Suarez, avrebbe potuto girare la partita a favore dell'Uruguay.

Pur riconoscendo a Suarez un grande impatto sulla propria nazionale, non crediamo che ieri avrebbe potuto fare più di tanto neanche lui, e ora l'Uruguay dovrà tornare a casa e potrà presto dimenticare anche il "morso" di Luis a Chiellini.