5 cose che abbiamo capito guardando Germania-Ghana


1. Thomas Muller può essere utile anche fuori dall'area

Dopo l'incredibile partita giocata con il Portogallo, impreziosita da una tripletta che ha dato la vittoria alla Germania, Thomas Muller ha dimostrato di essere di più che un "falso nove".

Il suo movimento a liberare Mario Gotze in occasione del primo gol, è arrivato in un momento nel quale i tedeschi avevano bisogno di trovare il gol del vantaggio. Il 24enne del Bayern Monaco, stasera ha dimostrato di non essere solo un grande goleador, ma anche un grande giocatore.

 

2. Le crepe della difesa tedesca

i tedeschi sono arrivati a questo Mondiale come una delle quattro squadre favorite per la vittoria finale. Delle altre tre, l'Argentina anche oggi non ha convinto, lo stesso si può dire del Brasile nella seconda partita con il Messico, mentre sulla Spagna è meglio sorvolare.

La Germania è stata convincente all'esordio con il Portogallo, ma stasera ha mostrato parecchie crepe in difesa. Il vantaggio di Gotze è stato ribaltato dal Ghana nell'arco di 10 minuti, dando l'impressione che i tedeschi non abbiano ancora una difesa da "campioni del mondo". 

 

3. Il Ghana rimpiangerà la sconfitta con gli USA negli anni a venire 

Questo Ghana è una squadra talentuosa, migliore di quella che ha raggiunto i quarti di finale quattro anni fa, perchè alcuni giocatori sono cresciuti e altri giovani sono arrivati nelle file delle Black Stars.

Se solo fossero riusciti a mantenere il pareggio all'esordio con gli Stati Uniti, senza concedere il gol della vittoria a John Brooks, ora i ghanesi avrebbero delle concrete possibilità di passare il turno. Invece tutto sarà più difficile, ma bisogna ancora aspettare l'ultima partita di Brasila contro il Portogallo. In un Mondiale con squadre così offensive, i ghanesi avrebbero potuto dire senz'altro la loro. Possono ancora farlo comunque...

 

4. Miroslav Klose è una garanzia

Quando la Germania si trova in difficoltà e 'ìè bisogno di qualcuno che la butti dentro, si sa che è arrivato il momento di Miroslav Klose.

L'attaccante 36enne, con il gol del definitivo pareggio contro il Ghana, ha raggiunto Ronaldo con 15 gol nella classifica di tutti i tempi dei goleador mondiali.

Come al solito il laziale si è trovato nel posto giusto al momento giusto. Non sorprendetevi se incrementerà ulteriormente il suo bottino nelle prossime settimane qui in Brasile.

 

5. I Boateng non sono stati i fratelli protagonisti in campo

Lo sono stati invece Andre e Jordan Ayew per il Ghana, con il primo che con un colpo di testa ha segnato il gol del  pareggio ghanese, ed il secondo che è subentrato dalla panchina, ma avrebbe potuto essere schierato anche titolare.

Jerome e Kevin Prince Boateng si sono affrontati da avversari, ma la storia più bella di fratelli da raccontare, stasera è quella della famiglia Ayew.