5 cose che abbiamo capito guardando Olanda-Cile


1. Arjen Robben può vincere il Pallone d'oro di questi Mondiali

Un paio di volte nel primo tempo abbiamo visto Arjen Robben fare delle sgroppate e mettere in difficoltà la difesa del Cile, come anche alla fine della partita, quando con un allungo ha servito a Memphis Depay la palla del 2-0.

Il 30enne olandese sembra diventare più veloce con il passare del tempo- sicuramente è più aerodinamico- e, visto come stanno andando le partite in questo torneo che a volte sembra un pò caotico, la sua forza e le sue accelerazioni potranno creare ancora problemi a parecchi avversari.

2. Il Cile negli ottavi si trova ancora davanti un grande ostacolo

Nelle due ultime partecipazioni ai Mondiali, il Cile è sempre stato eliminato negli ottavi dal Brasile.

Sabato toccherà ai cileni lo stesso avversario e, seppur il Cile sempra ben equipaggiato per poter andare avanti, per loro non sarà facile strappare la qualificzione ai quarti nella partita di Belo Horizonte.

3. L'Olanda ha bisogno di maggior supporto da Sneijder

Non è più certo il giocatore di quattro anni fa, e a questo Sneijder la scena finora è stata tolta da un altro protagonista: Arjen Robben.

Nella partita contro il Cile, è stato sostituito al 30' della ripresa da Leroy Fer, che è andato in gol- ed ha dato il vantaggio all'Olanda- due minuti dopo essere entrato in campo. Non si mette in dubbio il ruolo da titolare di Sneijder, ma il giovane del Norwich City potrebbe dare un pò più di competizione nel ruolo.

4. Gli olandesi potrebbero essere favoriti dal tabellone

Come vincitrice del gruppo B, ora l'Olanda dovrà affrontare il Messico, non un avversario facile, ma alla porta degli uomini di Van Gaal.

Vinto l'ottavo di finale, gli olandesi si troverebbero di fronte a chi arriverà dai gruppi C e D. Con Colombia e Costa Rica per ora come uniche qualificate, la speranza cresce nel ritiro olandese.

5. Dirk Kuyt può giocare anche largo sulla sinistra

Dirk Kuyt ha segnato 250 gol con i suoi club in carriera, e 24 nelle 99 partite giocate in nazionale. Nel Liverpool, è stato spesso protagonista di gol decisivi, ma ieri Van Gaal lo ha fatto giocare sulla fascia sinistra.

Si è capito subito che non si trovava bene in quel ruolo, ma si è adattato. Louis Van Gaal sa che Kuyt è un giocatore sul quale si può contare sempre.