Al via la Serie B: il Palermo di Gattuso è davanti a tutti


Domani sera, con l’anticipo fra Reggina e Bari, parte la Serie B 2013/14, con una favorita su tutte: il Palermo di Rino Gattuso.

I rosanero, retrocessi l’anno scorso dalla Serie A, si sono affidati all’ex milanista per tentare di risalire subito in paradiso e Zamparini crede fermamente nella grinta di Gattuso- almeno fino alla prima sconfitta- che finora ha avuto solo una breve esperienza di giocatore-allenatore nella scorsa stagione al Sion. La squadra però è forte, e in attacco a Dybala è stato affiancato il nazionale nordirlandese Lafferty, e in più ci saranno giocatori di valore come Troianiello, Stavanovic e Di Gennaro. Insomma, un organico importante che però già alla prima partita si troverà di fronte un avversario da temere, come il Modena dell’esperto Novellino, che però ha perso parecchi giocatori in questa sessione estiva di mercato, su tutti l’attaccante Ardemagni. Per la partita di sabato sera, la vittoria del Palermo viene data a 2.15, mentre una vittoria dei padroni di casa pagherebbe a 3.50.

Palermo davanti a tutti quindi-almeno sulla carta- ma chi viene subito dietro? Da non sottovalutare il Novara, dopo il bel girone di ritorno della passata stagione. Aglietti quest’anno avrà a disposizione un attacco super con Gonzalez, Rigoni e Comi e, se non ripeterà la partenza al rallentatore della scorsa stagione ( in più c’era anche la penalizzazione), i piemontesi possono far paura. La prima partita di campionato li vedrà ospiti del neopromosso Avellino di Rastelli, che fra le squadre che arrivano dalla Lega Pro, ci sembra la più attrezzata. Un pareggio al Partenio, viene dato a 3.00.

Il Siena si dovrà dare una ridimensionata dopo il disimpegno della Montepaschi e in più dovrà partire da -2. Positivo il fatto che in panchina ci sarà Beretta, che già conosce l’ambiente senese. Il Pescara vuole ripartire da Marino dopo l’ultimo posto in A nella scorsa stagione e la vittoria ottenuta in Coppa Italia a Torino contro i granata è di buon auspicio per il campionato.

Ci sembra interessante il Padova di Marcolin, allenatore di sicuro valore, nonostante l’esperienza non felicissima di Modena. I veneti però, hanno cambiato tantissimo e servirà tempo per creare un’identità di squadra.

Chi rischia invece di retrocedere? Tutta da verificare la consistenza in B delle neopromosse ( Avellino, Latina, Trapani e Carpi), anche Bari, Cittadella e Lanciano potrebbero trovarsi presto in difficoltà, mentre squadre come Ternana, Juve Stabia e Brescia, potrebbero confermare le buone cose già mostrate nella passata stagione.

Infine, dovrebbe essere ratificato anche un cambio nella regola per i playoff. Restando fermo che non dovranno esserci più di nove punti fra la terza e la quarta a fine campionato, potranno partecipare ai playoff le squadre fino all’ottavo posto, se racchiuse entro un massimo di 14 punti dalla terza. Chiaro l’intento di coinvolgere più squadre possibili nella corsa promozione, ed evitare “pericolose” partite inutili a fine campionato.

Se vuoi scommettere sulla Serie B, clicca qui