Amichevole internazionale: Italia-San Marino


L’Italia scende in campo a Bologna per preparare la sfida della qualificazioni con la Repubblica Ceca del prossimo venerdì a Praga e anche la Confederations Cup, che si terrà in Brasile a partire da metà giugno. Per San Marino la sfida con l’Italia è qualcosa di speciale. Oggi i ragazzi di Mazza, cercheranno di mantenere il passivo a dimensioni ragionevoli.

Team news

Prandelli stasera farà esperimenti e in attacco ci saranno due “bolognesi” che  giocheranno nello stadio di casa: Diamanti e Gilardino. L’ultima volta che la nazionale si è presentata con due rossoblù in campo, risale al 1967, quando Bulgarelli e Pascutti giocarono e vinsero l’amichevole con la Romania. Il terzo attaccante sarà Bonaventura, mentre Ogbonna e Ranocchia, comporranno la coppia di centrali di difesa. San Marino è ultimo nella classifica Fifa (207° posto) e stasera cercherà di fare bella figura. Palazzi, tesserato con il Rimini, non verrà schierato visto che domenica giocherà la partita di ritorno dei playout contro la Valle D’Aosta.

Stato di forma

Viste le assenze di Barzagli, Bonucci, Montolivo, Balotelli ed El Shaarawy, molti azzurri stasera saranno sotto esame. Nel secondo tempo giocherà di sicuro anche il cagliaritano Sau. San Marino non vince una partita dal 2004 (con il Lichtenstein) e non segna un gol dall’agosto 2012. Inutile dire che nel girone di qualificazione mondiale si trova all’ultimo posto.

Testa a testa

Nonostante la vicinanza geografica, esiste un solo precedente fra Italia e San marino, e risale all’amichevole giocata a Cesena nel febbraio del 1992 e vinta dagli Azzurri per 4-0. L’amichevole fu organizzata per far scontare una squalifica a livello internazionale a Gianluca Vialli.

Quote

Non ci dovrebbe essere partita, e infatti la quota vittoria dell’Italia è di 1.01. Dovrebbe anche essere una partita da Over, attenzione però, perché contro le “piccole” di solito gli Azzurri non segnano caterve di gol (doppio 2-0 con varie sofferenze nellle qualificazioni con Malta). Al Dall’Ara di Bologna, San Marino segnò contro l’Inghilterra dopo 8’’, il gol più veloce delle qualificazioni mondiali, record tuttora in vigore. Correva l’anno 1993, i Leoni poi ne segnarono 7.