Arsenal-Manchester United: la battaglia tattica


Domenica Arsenal e Manchester United si affronteranno per il posticipo di Premier League, ma sarà un pò diverso rispetto ad altre volte. Gli opsiti sono già campioni in carica, e arrivano all'Emirates con 21 punti di vantaggio sui rivali, che a loro volta stanno lottando per il quarto posto con vista Champions. Unibet da l'Arsenal come favorito per la vittoria a 2.15, con il Manchester United in questo caso dato come sfavorito a 3.25.

 


Possibili formazioni

Lo United farà sicuramente dei cambi, visto che lunedì sera ha già vinto matematicamente il campionato. Lindegaard prenderà il posto di De Gea in porta, mentre Buttner dovrebbe essere schierato al posto di Evra. A parte questi cambi però, lo United dovrebbe presentarsi con la formazione migliore, anche perchè poi non avrà distrazioni provenienti dalla Fa Cup o dalla Champions League, essendo già stato eliminato da entrambe le competizioni.

L'Arsenal schiererà la stessa difesa che è rimasta imbattuta in casa del Fulham. Giroud inizierà con questa partita a scontare i suoi tre turni di squalifica, e quindi Walcott sarà schierato al centro dell'attacco, con Podolski a sinistra e Cazorla a destra. Molto probabilmente, i tre di centrocampo saranno Ramsey, Arteta e Wilshere. 


Solidità difensiva per l'Arsenal?

L'Arsenal in questa stagione ha avuto parecchi problemi da un punto di vista difensivo, specialmente negli scontri diretti. Nelle ultime sei partite però, la squadra di Wenger ha concesso solo tre gol. Sicuramente la ritrovata solidità difensiva, ha permesso alla squadra di accumulare più punti nelle ultime partite, come la decisiva vittoria di sabato scorso in casa del Fulham. Le cose sono andate meglio quando Vermaelen è stato escluso dai titolari, perchè il belga aveva fatto troppi errori individuali che sono costati parecchi punti in classifica. La coppia Mertesacker-Koscielny, è apparsa più affidabile.

Questa nuova coppia di centrali però, con lo United sarà impegnata davanti al primo vero ostacolo di valore. Soprattuto se Ferguson deciderà di giocare con Van Persie davanti, i due dell'Arsenal avranno parecchio lavoro da sbrigare, seguendo tutti i movimenti dell'ex di turno. Mertesacker soprattutto soffre i ritmi alti e sia l'olandese che Hernandez, potrebbero metterlo in grosse difficoltà.


Le opzioni offensive dell'Arsenal

La novità principale per l'Arsenal, come detto prima, sarà l'assenza di Giroud, e ciò comporterà l'accentramento di Walcott, che si scambierà ogni tanto posizione con Podolski. Questo comporterà un cambio di modulo per i Gunners, che con il francese in squadra sono abituati ad avere lui come primo riferimento in attacco.

L'Arsenal non è una squadra che punta molto sui lanci lunghi, ma con Giroud in campo, tendono a lanciare più del solito, sapendo di avere un gioccatore bravo di testa davanti. L'Arsenal è al quinto posto in Premier per la classifica dei cross, ma senza Giroud, in questa partita ne faranno decisamente pochi.

Con Walcott centravanti, si cercherà di giocare di più con palloni filtranti, cercando di sorprendere la linea difensiva del Manchester United. 

L'Arsenal potrebbe invece beneficiare del fatto che Rooney possa essere schierato ancora a centrocampo, dietro le punte, perchè li è ovviamente bravo a innescare gli attaccanti, ma farà fatica a contrastare giocatori come Wilshere e Cazorla.


Conclusione

Pur se l'Arsenal è favorito e con maggiori motivazioni, nessuno può escludere che il Manchester United possa uscire dall'Emirates almeno con un punto. A Ferguson non piace mai perdere, soprattutto gli scontri diretti. Un altro elemento di interesse, sarà vedere come verrà accolto il ritorno di Van Persie in quello che fino alla scorsa stagione era il suo stadio.