Brasile-Germania: la parola agli esperti!


Tutti gli occhi stasera saranno su Belo Horizonte, dove i padroni di casa del Brasile  se la vedranno con la fortissima Germania. . Gli esperti di Unibet Jack Lang e Raphael Honigstein ci dicono cosa potrà succedere.

Le ultime dai campi

Jack Lang sul Brasile: Dopo tutte le discussioni fatte sulla fragilità del centrocampo brasiliano, è piuttosto ironico che il Brasile arriva a questa partita identificando il centrocampo come punto di forza. In difesa, la Selecao sarà senza Thiago Silva- squalificato per un cartellino giallo preso piuttosto stupidamente dal capitano nella partita con la Colombia- e il suo posto sarà preso da Dante. Le cose sono un pò più complicate in attacco, dove mancherà Neymar, in seguito alla rottura della vertebra, infortunio che costringerà il fenomeno brasiliano ad assistere dalla tv alle prossime partite del Mondiale. Sia che Scolari opti di sostituirlo con Willian (con Oscar più centrale), oppure con un centrocampo a tre formato da Luiz Gustavo, Fernandinho e Paulinho, il Brasile perderà molto in termini di creatività e pericolosità sotto rete.

Raphael Honigstein sulla Germania: Non ci sono squalificati o infortunati in casa tedesca, ma Loew è preoccupato delle condizioni fisiche di Khedira. Se il centrocampista del Real Madrid non dovesse farcela, il suo posto potrebbe essere preso da Kramer (Borussia Moenchengladbach), oppure il ct tedesco potrebbe spostare ancora Lahm in posizione centrale, davanti alla difesa. Entrambe le mosse però, potrebbbero depotenzialre in parte la Germania. Fino a ieri sera comunque, Loew non aveva preso ancora una decisione finale, così che probabilmente Khedira oggi farà un provino qualche ora prima della semifinale. Il resto della squadra rimarrà immutato, e Loew dovrà solo decidere se dare fiducia ancora dal primo minuto a Klose (che però con la Francia non ha convinto del tutto), o lanciare dall'inizio Mario Gotze.

Stato di forma

Jack Lang: Dopo tre partite poco convincenti nella fase a gironi e la vittoria ai rigori con il Cile agli ottavi, il Brasile è stato finalmente protagonista di una bella partita nei quarti con la Colombia. Il ritorno in squadra di Paulinho ha avuto un impatto positivo sulla squadra, che però nel secondo tempo è calata, tendendo ad abbassarsi troppo e subendo molto il pressing avversario. 

Raphael Honigstein: La Germania ha dato segni di vulnerabilità contro la Francia, ma, nel secondo tempo, ha saputo anestetizzare il match in maniera davvero matura. Se la squadra di Loew fosse riuscita a trovare il secondo gol, avrebbe comunque potuto chiudere la contesa molto prima. Lahm, schierato a destra, ha fatto la differenza in fase offensiva, e la coppia centrale formata da Hummels e Boateng, è apparsa perfetta e affiatata. La vittoria nei quarti, ha fatto sì che la fiducia e la convinzione nei proprio mezzi sia cresciuata ancor di più fra le fila tedesche. Thomas Muller ha però fatto notare che la squadra deve migliorare ancora molto in fase realizzativa. 

Cos'hanno detto gli allenatori

Luiz Felipe Scolari (Brasile): “Un anno e mezzo fa, nessuno credeva in noi. Abbiamo vinto la Confederations Cup ma molte persone avevano ancora dei dubbi. Siamo passati nel gruppo e abbiamo vinto sia negli ottavi che nei quarti e ora siamo in semifinale. Stiamo superando passo dopo passo le difficoltà che abbiamo incontrato".

Joachim Löw (Germania): “Spero che l'arbitro, il signor Rodriguez, stasera sia in grado di tenere in mano la partita. Ho visto la partita fra Brasile e Colombia, e la fisicità messa in campo dalle due squadre, è andata oltre agli standard a cui siamo abituati in Europa. Se quella partita si fosse giocata in un torneo europeo, non credo che alla fine dell'incontro avremmo visto ancora 22 uomini in campo".

Gli uomini chiave

Jack Lang: Con Neymar fermo per il brutto infortunio alla vertebra, Oscar stasera avrà maggiore responsabilità sulle proprie spalle. Messo sulla fascia per lasciar spazio a Neymar per l'intero torneo, stasera Scoari potrebbe chiedere al giocatore del Chelsea di giocare più centralmente. Oscar vorrà ripetere la prestazione fatta all'esordio contro la Croazia, quando fu uno dei migliori fra i brasiliani in campo.

Raphael Honigstein: Thomas Muller. I suoi movimenti e la sua creatività possono accendere la Germania, anche se il giocatore del Bayern è stato un pò sfortunato nelle ultime due partite. La Germania ha bisogno ancora dei suoi gol se vuole superare l'ostacolo Brasile. 

Consiglio di scommessa

Jack Lang: 1/2 come parziale/finale dato a 36.00. Il Brasile partirà forte e proverà a trovare subito il vantaggio, ma nei 90 minuti sarà la maggior qualità della Germania ad avere la meglio.

Raphael Honigstein: Penso che vincerà la Germania, ad una quota vittoria di 2.85