Brasile-Germania: la sfida tattica vista da Jonathan Wilson


 

Le ultime dai campi

Il problema principale per Scolari è la sostituzione di Neymar, che si è rotto una vertebra nella partita con la Colombia. Il tecnico verdeoro sembra orientato a schierare Willian- favorito su Bernard- al posto della star della Selecao, con Oscar che dovrebbe tornare in una posizione più centrale, a lui più familiare. Luiz Gustavo torna dalla squalifica, e prenderà il posto di Paulinho e giocherà a centrocampo con al fianco Fernandinho. Thiago Silva è squalificato- l'assurdo appello brasiliano è stato giustamente respinto- così che sarà Dante a giocare al centro della difesa. La Germania non ha problemi di infortuni o squalifiche e quindi verrà confermata la squadra che ha giocato con la Francia, con Klose in attacco, Khedira e Schweinsteiger a centrocampo e Lahm che torna nella sua posizione naturale di esterno destro.

Più solidità che fluidità

All'inizio del Mondiale, la Germania è sembrata attaccare in maniera forsennata, ma ha difeso in modo caotico. Il 4-0 con il Portogallo ha messo in evidenza una squadra solida, ma è sembrato un incontro nel quale ai tedeschi è girato tutto bene fin dall'inizio. Nella seconda partita poi, gli uomini di Loew hanno dovuto recuperare dopo essere andati sotto con il Ghana, e anche con l'Algeria le stesse lacune difensive sono uscite ancora in evidenza. Se la squadra di Halilhodzic avesse avuto più qualità in attacco, la Germania sarebbe andata incontro a seri problemi. Contro la Francia poi, abbiamo visto meno fluidità, ma una squadra molto solida. La difesa non è stata schierata più così alta come in precedenza e, una volta andata in vantaggio, la Germania ha saputo controllare la partita. Senza Neymar, il Brasile avrà le stesse difficoltà che hanno avuto i transalpini nel perforare la linea formata da Khedira e Schweinsteiger davanti alla difesa.

Oscar avrà il ruolo di leader

Se il Brasile vorrà provare a sfondare la linea difensiva tedesca, molto dipenderà da come giocherà Oscar. L'attaccante del Chelsea aveva ben impressionato nel 3-1 al debutto contro la Croazia, ma poi, Neymar ha ripreso il centro della scena. Ora, senza la stella brasiliana più lucente, sembra che Oscar sia meno inibito. Se giocherà al centro con Willian e Hulk ai suoi fianchi, Oscar avrà un ruolo da protagonista, e il Brasile potrebbe essere meno prevedibile, visto che non dipenderà solo dalle giocate di Neymar in fase d'attacco, cosa successa nelle partite precedenti.

Il vantaggio casalingo

Gli stadi dove finora ha giocato il Brasile, hanno fatto sentire in maniera massiccia il supporto per la squadra di casa e stasera a Belo Horizonte ci saranno due motivazioni in più er far sentire ancora più forte il tifo: primo perchè si tratta di una semifinale mondiale, e secondo perchè tutti vogliono vincere in nome di Neymar, infatti molti stasera andranno allo stadio con la maschera del loro beniamino.

Scolari è sembrato più rilassato in conferenza stampa rispetto alle volte precedenti, e ha detto:" Neymar ci ha lasciato molto di lui in tutti noi, e noi abbiamo lasciato molto di noi in lui. Lui ha fatto molto per noi, e noi ora dobbiamo vincere anche per lui".

La Germania finora ha mostrato molto fiducia nei propri mezzi e non ha molte preoccupazioni per il supporto che darà il pubblico di casa, ma nella partita di apertura e nel quarto di finale con la Colombia, è sembrato che l'arbitro risentisse della forte pressione da parte della torcida brasiliana. Loew in conferenza stampa ha detto che l'arbitro messicano Rodriguez dovrà avere una forte personalità per tenere in mano questa partita. 

Il ruolo di Klose

Miroslav Klose può diventare il cannoniere numero uno di tutti i tempi ai Mondiali, ma questa motivazione, pur forte, non gli garantirà un posto da titolare per stasera. Se però Loew deciderà di partire con l'attaccante della Lazio invece che con il "falso nueve", Klose sarà preso in consegna dai due centrali brasiliani (David Luiz e Dante).

Finora David Luiz si è lasciato andare anche a delle scorribande a centrocampo, sicuro che dietro di lui c'era sempre Thiago Silva a coprirlo, ma Dante sarà meno adatto in questo ruolo di copertura, e quindi il prossimo difensore del PSG potrebbe limitare le sue incursioni in avanti.

Con questa coppia di centrali brasiliani, per la Germania sarebbe forse più facile giocare con un attaccante fisso come Klose, al posto di uno più mobile come Gotze. Bisognerà poi capire quanto durerà Klose, che di solito ha un'autonomia fra i 60 e i 70 minuti. Comunque la Germania ha le armi per far male al Brasile e se a destra Maicon dovrebbe essere confermato al posto di un più offensivo Dani Alves, i tedeschi potranno sfondare a sinistra, dove ci sarà Marcelo, e dove in attacco per la Germania partirà un certo Thomas Muller.

Consiglio di scommessa

Tutto ci porta a credere che sarà una partita con pochi gol. L'under 2.5 è bancato a 1.57.