Calciomercato: Dove andrà a giocare Iniesta? Intanto vi possiamo dire che Milinkovic-Savic...


A mercato fermo esce allo scoperto papà Iniesta, dopo le ultime voci che davano Andres (in scadenza di contratto) verso la Juventus: «Parlo ogni giorno con mio figlio - la parole di don Josè Antonio - e so che non direbbe mai una cosa non vera. A livello professionale, lui non è intenzionato a vestire nessun’altra maglia oltre a quella del Barcellona in modo da non giocarci da avversario» . Non solo: il papà-manager del fuoriclasse dei catalani ha pure azzardato una previsione sul ritiro: «Per il modo in cui si gestisce penso che potrebbe avere un importante ruolo al Barça per altri due o tre anni». Tanto più che il prossimo allenatore dei blaugrana dovrebbe essere il suo ex compagno di squadra Xavi. A partire dalla prossima stagione.

E se il Barcellona non vuole indebolirsi, il Real cerca di rinforzarsi, anche alla luce dell’ultimo deludente pareggio in campionato. Si continua a parlare con insistenza del ritorno in Spagna di David De Gea. Secondo il Daily Mail, il Real Madrid avrebbe deciso di puntare sul portiere del Manchester United per la prossima stagione prenotando, di fatto, il numero 1 spagnolo e sacrificando Keylor Navas. Attenzione però; nel mirino c’è anche il rossonero Donnarumma che il Milan potrebbe sostituire (in caso di offerta non inferiore ai 70 milioni) con il prossimo svincolato Reina.

Anche la Juve è già concentrata sul prossimo mercato, quello di gennaio. I bianconeri continuano a pensare a Pedro, attaccante spagnolo del Chelsea che rischia di trovare poco spazio nelle gerarchie di Conte dopo l’arrivo di Morata. L’ipotesi pro Juve è quella di un prestito oneroso con diritto di riscatto. Restando sulle italiane che partecipano alla Champions, giungono conferme riguardo l’imminente rinnovo di Faouzi Ghoulam con il Napoli. Il terzino algerino, che in estate era stato ad un passo dal Milan, sta discutendo i dettagli del suo nuovo contratto con i partenopei. Il direttore sportivo Cristiano Giuntoli ha incontrato nelle scorse settimane il procuratore Jorge Mendes a Montecarlo e i due hanno trovato un’intesa di massima sulla base di un triennale. Adesso manca solo l’accordo sul valore dell’eventuale clausola rescissoria, poi Ghoulam e i partenopei potranno proseguire insieme, almeno fino al 2020. La Roma, invece, mette nel mirino Josè Gimenez, difensore uruguaiano dell’Atletico Madrid. La sfida di martedì sera in Champions League tra le due squadre sarà l’occasione per un contatto tra Monchi e i dirigenti spagnoli. Il direttore sportivo romanista stravede per il calciatore e vorrebbe portarlo nella Capitale già a gennaio, quando i ‘Colchoneros’ potranno tornare a fare operazioni in entrata dopo lo stop imposto dal’Uefa nell’ultima sessione estiva.

Si muove a fari spenti l’Inter: proposto lo svincolato Bassong (ex Tottenham), nel mirino pure del Birmingham. Il dt Ausilio osserva con interesse anche il tedesco Julian Brandt (esterno classe 1996 del Bayer Leverkusen). Chieste informazioni anche su Jonathan Bamba, 21enne esterno d’attacco franco-ivoriano del Saint Etienne. La Lazio, invece, prova a “blindare“ Sergej Milinkovic-Savic, nel mirino di Juventus e Milan già da tempo. I biancocelesti hanno versato 9 milioni di euro al Genk per cancellare il diritto del club belga al 50% di un’eventuale cessione del giocatore (classe ‘95). Un’operazione sottotraccia di Tare e Lotito per assicurarsi il completo controllo sul cartellino del centrocampista serbo, diventato ormai un punto fermo della squadra di Inzaghi. Acquistato dal Genk nel 2015 per sei milioni, dunque, Milinkovic-Savic (sotto contratto fino al 2022) è completamente di proprietà della Lazio.