Calciomercato: L'Inter ci prova con Schick, mentre il Milan corteggia Marchisio...


Intrighi e intrecci. In campo e negli affari. Milan contro Inter, Inter contro Roma, Roma contro Juve e Juve contro Milan. Insomma, tutti contro tutti alla ricerca dei colpi migliori. Dopo lo scoppiettante avvio di campionato, anche il calciomercato si prepara ad un finale pirotecnico.

Intanto è ufficiale lo scambio di cui tanto si parla da giorni: Kondogbia va al Valencia, Cancelo è dell’Inter. Ieri è stato il giorno delle visite mediche: il centrocampista francese passa agli spagnoli in prestito con diritto di riscatto fissato a 25 milioni (più una percentuale sulla eventuale futura rivendita); riscatto che sarà di 35 milioni per l’esterno portoghese che indosserà la maglia nerazzurra.

Inizio della settimana movimentato anche per il Milan: test clinici per Kalinic, che verrà annunciato nelle prossime ore, subito dopo la firma. Ma i club meneghini non si fermano qui: i rossoneri devono “sfoltire“ la rosa e aspettano di capire cosa succederà a Niang. Anche il Torino è piombato sull’attaccante che sembrava destinato allo Spartak Mosca con un ricco quadriennale. Incedibile invece il giovane bomber Cutrone (il Crotone continua a chiederlo in prestito) mentre hanno già la valigia pronta Gustavo Gomez (obiettivo del Fenerbache) Sosa, pure lui nel mirino di una squadra turca (il Trabzonspor) e Paletta (piace alla Lazio). E l’Inter? Cerca un difensore (l’idea di ottenere dal City il forte Mangala in prestito secco potrebbe concretizzarsi nei prossimi giorni) e prova a sistemare giocatori in esubero come Gabigol (Sporting Lisbona) e Jovetic (Siviglia). Anche Ranocchia ha estimatori ma potrebbe restare. E poi è in corsa per l’uomo del momento. Come si poteva facilmente immaginare, infatti, è partita l’asta per l’attaccante doriano Schick: la Roma (che dopo essersi “arresa“ per Mahrez guarda pure a Giaccherini e Munir) rialza pesantemente l’offerta mettendo sul piatto 38 milioni, il calciatore strizza l’occhio all’Inter e sullo sfondo aleggia minacciosa l’ombra del Psg. Insomma, nulla è scontato, anche se il giocatore preferirebbe l’Inter, disposta a versare (fair play finanziario permettendo) 35 milioni alla Sampdoria (che nel frattempo ha individuato in Zapata del Napoli il sostituto giusto dell’attaccante ceco) ma con la formula del prestito con obbligo di riscatto.

Spinazzola dell'Atalanta

Attenzione anche al Paris Saint Germain, che nelle prossime ore potrebbe presentare una proposta concreta. E non si esclude neppure un clamoroso ritorno di fiamma della Juve, che resta nella penombra. I dirigenti bianconeri sono attivissimi in queste ore e stanno provando a mettere a segno il colpaccio: contatti avviati, infatti, con l’entourage di Strootman, ma il centrocampista è già stato blindato dalla Roma, prima ancora che arrivasse sul tavolo di Pallotta l’offerta di 30 milioni. Anche se l’olandese non dovesse arrivare a Torino, un’altra clamorosa partenza da Torino (per ragioni di bilancio e non solo) dopo quella di Bonucci non si può escludere: Marchisio, infatti, piace tanto al Milan e può vantare estimatori all’estero. Ecco perché la sensazione che qualcuno in più possa arrivare in mediana ha fondamenta solide. Renato Sanches - per età e gli ottimi rapporti fra Juve e Bayern, possibilità di prestito secco - è balzato in pole-position anche se gli altri profili vanno comunque tenuti sempre vivi: a partire da André Gomes (che il Barça presterà), N’Zonzi, Can (che è rimasto in panchina nell’ultima partita del Liverpool e ancora non ha rinnovato) e, come si accennava, lo stesso Strootman.

Intanto continua il braccio di ferro fra Juve e Atalanta per il giovane Spinazzola: i bergamaschi non hanno intenzione di far partire anticipatamente il difensore a meno che non si trovi subito il sostituto, che potrebbe essere uno fra Laxalt (il favorito), Ansaldi, Lazaar e Antonelli. Fra le trattative da sbrogliare nei prossimi giorni, c’è pure quella riguardante il possibile trasferimento di Keita. Non c’è più solo la Juventus sul calciatore della Lazio che ormai vive da separato in casa col club capitolino, ma anche le due milanesi restano in pressing. Soprattutto l’Inter, che deve pensare ad un’alternativa valida a Schick. Difficile, se non impossibile, che Spalletti si lasci sfuggire Candreva (in arrivo una seconda pesante offerta dal Chelsea che però verrà respinta) ritenuto importante come e più di Salah. Anche perché non è per nulla certo che i nerazzurri possano prendere Suso (in odore di rinnovo) dal Milan. 

Pillole di mercato estero: Samir Nasri lascia il Manchester City e riparte dalla Turchia. Dopo l’esperienza in prestito al Siviglia, il talento francese passa all’Antalyaspor, per lui un contratto biennale.