Calciomercato: Milan e Inter, è derby per Keita...


La settimana “corta“ che porta alla chiusura della sessione estiva del calciomercato, comincia col colpo più atteso: dopo una telenovela lunga due mesi (va all’Inter, no, alla Juve, ha un problema e sta fermo, c’è ancora l’Inter, spunta la Roma, ci riprova la Juve...) Schick passa dalla Sampdoria alla Roma per la cifra complessiva di 42 milioni di euro (40 più 2 di bonus, 5 dei quali per l’iniziale prestito). Sarà dunque il forte attaccante ceco il rinforzo per il reparto avanzato, dopo il vano tentativo di portare nella capitale Mahrez del Leicester. Ci resta male l’Inter, mentre la Juventus (dopo le manovre di disturbo delle ultime settimane) resta il gran rimpianto del calciatore che aveva avuto la promessa di Pavel Nedved. La Sampdoria adesso dovrà rimpiazzare il suo talento: Zapata del Napoli il primo obiettivo (con i partenopei si parla pure di Strinic). A proposito della squadra di Sarri: c’è il problema Reina da risolvere. Il portiere è nel mirino del Psg ma il Napoli prima di lasciar partire il suo numero uno deve trovare il sostituto (piace Rulli, ma ha una clausola rescissoria di 40 milioni) e incastrare tutto in pochi giorni non è semplice.

A Casa Milan in queste ore si tratta il rinnovo di Suso con l’agente Alessandro Lucci: lo spagnolo è fondamentale nel progetto tecnico di Montella, ma vuole il prolungamento fino al 2021 con ritocco dell’ingaggio (poco meno di 3 milioni). I rossoneri però devono cedere: Paletta (Lazio), Gustavo Gomez (Fenerbahce), Niang (Torino?) e forse anche Sosa. Poi, eventualmente si darà l’assalto a Rafinha o a Keita. Su quest’ultimo c’è un derby con l’Inter. I nerazzurri hanno messo in cassa 11 milioni per la cessione di Jovetic (al Monaco avrà la 10 di Mbappè) e sperano di dar via anche Gabigol al Benfica e propongono prestito con obbligo di riscatto a 20 milioni. La Lazio chiede di più e una formula diversa, perciò resta anche il Milan alla finestra. A quel punto l’Inter potrebbe spendere il suo tesoretto per un difensore, più Mangala che Mustafi al momento. Un centrale lo cerca pure la Juventus, che prima del gong di giovedì sera potrebbe ingaggiare il forte tedesco Howedes.