Champions League, Gruppo B: Copenaghen-Galatasaray


I danesi sono all’ultima spiaggia. Con un punto in tre partite, devono per forza vincere se vogliono sperare almeno in un posto in Europa League. Il Galatasaray però è in piena corsa per gli ottavi, e vuole vincere stasera per poi arrivare all’ultima partita con la Juventus in casa (in mezzo ci sarà la visita al Bernabeu) con due risultati su tre a disposizione.

Team news

Solbakken non ha problemi di formazione e schiererà l’undici migliore. In attacco spazio ancora al duo formato da Braaten e Vetokele. Mancini invece ha qualche problemino in più, a partire dal portiere, visto che sia Muslera che il secondo Ceylan sono infortunati, e stasera dovrà partire titolare il giovanissimo Eray. Non ci sarà nemmeno Sneijder, che spera di recuperare almeno per la partita con la Juve. Dietro l’unica punta Drogba, ci sarà quindi Bruma.

Stato di forma

Il Copenaghen è partito in maniera disastrosa in campionato, ma piano piano si sta riprendendo. Nel weekend ha battuto in casa il Nordsjaelland per 4-0 e si è portato al quarto posto in classifica, a sette punti dalla capolista Midtjlland. Il Galatasaray ha avuto un avvio di stagione altrettanto disastroso, ma con Mancini (che ha sostituito Terim prima della partita di Champions con la Juve) le cose sembrano andare un po’ meglio. I giallorossi arrivano dalla vittoria sul Konyaspor per 2-1, che è valsa il terzo posto in classifica. Domenica prossima ci sarà il derby con il Fenerbahce, che sopravanza il Galatasaray in classifica di sei punti.

Precedenti

Non ci sono precedenti fra queste due squadre in Danimarca, ma l’ultima- e unica- volta che il Copenaghen ha ospitato una squadra turca nelle coppe europee, ha vinto per 1-0 contro il Trabzonspor, nella Coppa Uefa 1991/92.

Quote

La squadra di Mancini parte favorita a 2.38 e ci sembra un’ottima quota. Interessante però anche la quota del pareggio a 3.40, perché dobbiamo ricordare che la Juve di Conte qui a Copenaghen è riuscita a strappare solo un punto.

Se vuoi scommettere su Copenaghen-Galatasaray, clicca qui