Champions League, Real Madrid-Bayern Monaco: la sfida tattica


Nella seconda semifinale di Champions League che andrà in scena stasera, si affronteranno due super potenze del calcio mondiale.

Bayern Monaco contro Real Madrid, rappresenterà anche il primo incrocio in carriera fra Pep Guardiola e Carlo Ancelotti. I bavaresi vogliono essere la prima squadra a confermarsi campione da quando esiste la Champions League, mentre il Real Madrid non vince la coppa dal 2003, ed è in cerca della Decima...

Probabili formazioni

Gareth Bale, che è stato l'eroe di Copa del Rey, ha recuperato dall'influenza che lo ha colpito lunedì, e stasera sarà disponiblie, come anche Cristiano Ronaldo, che ha saltato le ultime partite per infortunio. Marcelo sarà anche lui in campo, visto che è riuscito ad allenarsi nei giorni precedenti alla partita.

Schweinsteiger e Javi Martinez tornano dalla squalifica, ma stasera mancheranno gli infortunati Thiago Alcantara e Shaqiri. Per il resto, Guardiola non ha problemi e potrà schierare la squadra tipo.

Il Bayern ha le armi giuste per fermare Ronaldo?

Cristiano Ronaldo è stato finora il giocatore più importante del Real Madrid in questa Champions League. Ha saltato il ritorno a Dortmund nei quarti perchè infortunato, ma nella partita di andata aveva segnato un gol ed era stato decisivo nella sfida vinta in casa per 3-0. Il portoghese è in testa anche alla classifica cannonieri di coppa con 14 reti.

Come possiamo vedere nel grafico sotto, Ronaldo inizia spesso la partita largo sulla sinistra, ma poi passa molti minuti nell'area avversaria:

Ronaldo si scambia spesso posizione in mezzo con Benzema. Come dicevamo prima, il portoghese taglia spesso da sinistra, la zona di campo dalla quale Evra ha segnato per il Manchester United nell'ultima partita all'Allianz Arena. Il vincitore del Pallone d'Oro quando si accentra ha una media di 6.9 tiri ad incontro in Europa e sicuramente stasera non sarà facile per i bavaresi controllare i suoi movimenti.

Riuscirà il Bayern a mantenere il possesso palla?

Il Bayern Monaco quest'anno ha avuto il 69% di possesso palla in Champions League contro il 56% del Real Madrid. La squadra di Guardiola è abituata a costruire da dietro, avanzando con una fitta rete di passaggi ma, facendo ciò, al Bernabeu dovrà stare attento alle ripartenze rapide di giocatori come Ronaldo e Bale.

Il Bayern ha faticato nella prima partita dei quarti di finale ad Old Trafford, quando ha mantenuto il 70% del possesso palla, ma ha tirato in porta solo tre volte. Anche nel ritorno vinto per 3-1, i bavaresi hanno avuto il predominio sul possesso palla, e anche in quella occasione i tiri alla fine sono stati solo cinque. 

Guardiola opterà per Mandzukic in attacco, un giocatore che gli da la possibilità di sfruttare anche i cross dalle fasce, e quindi di non utilizzare solo il gioco palla a terra. 

Conclusione

Pep Guardiola ha affrontato per 15 volte il Real Madrid nella sua carriera di allenatore e lo ha battuto già in 9 occasioni. Queste due sfide saranno importantissime per il tecnico catalano, che sta cercando di costruire qualcosa di veramente importante a Monaco. Il Real Madrid a sua volta, vive la Champions League come un ossessione, e vuole a tutti i costi arrivare alla finale di Lisbona.

Scommetti su Real Madrid-Bayern Monaco cliccando qui!