In cinque punti, come Tim Sherwood potrà migliorare il Tottenham


Quanto rimarrà Tim Sherwood sulla panchina del Tottenham? Questo lo può sapere solo il presidente Daniel Lewy, che dovrà a breve scegliere quello che sarà l'ottavo allenatore dei suoi dodici anni di presidenza.

Per Sherwood, si prospetta un periodo molto duro, con gli Spurs che dovranno affrontare Southampton, West Bromwich e Stoke City durante il periodo festivo. Tutti incontri che sulla carta il Tottenham può vincere, ma cosa dovrà fare questo allenatore ad interim per migliorare davvero la squadra?

1. Togliere Dawson dai titolari

Il Tottenham ha difensori milgiori di Dawson che stanno in panchina. Va bene che è il capitano, ma quest'anno ha commesso davvero tanti errori. A sua scusante va il fatto che Dawson non era adatto a giocare con una linea di difesa molto alta come quella utilizzata da Villas Boas, ma i suoi giorni migliori sono alle spalle, e la coppia centrale della difesa degli Spurs, deve essere formata da Chiriches e Vertonghen.

2. Acquistare un laterale sinistro di difesa

Questo è un problema che si ripresenta in casa Spurs e sarà compito di Lewy e del direttore sportivo Baldini cercare di risolverlo. Vertonghen è sprecato sulla sinistra e, in attesa che Assou-Ekotto venga ceduto in prestito al QPR e, visto che sia Rose che Naughton non hanno convinto in quella posizione, è forse il caso di fare un'offerta per l'esterno del Southampton Luke Shaw...

3. Far in modo che Lamela possa giocar bene

E' più facile a dirsi che a farsi. Lamela è un giocatore di talento che però, dopo sei mesi al Tottenham, non ha mostrato nulla di ciò che aveva espresso nella Roma in termini di qualità. Sherwood dovrà trovargli un posto in squadra e dovrà insistere con l'argentino, perchè sicuramente ne verrà ripagato nel lungo periodo.

4. Costruire la squadra attorno a Christian Eriksen

I tifosi del Tottenham spesso si lamentano del fatto che Luka Modric non sia mai stato rimpiazzato, ma in squadra c'è un talento come Eriksen. Il danese può dare tanta qualità agli Spurs e, se giocatori come Holtby e Sigurdsson possono comunque offrire molto, nessuno dei due ha la tecnica di Eriksen. Ora è tornato dall'infortunio, e Sherwood dovrà costruire la squadra attorno a lui.

5. Migliorare le prestazioni casalinghe

Una delle accuse fatte a Villas Boas, era che la sua squadra giocava sempre male in casa- e il portoghese ha anche accusato i tifosi di creare un ambiente ostile. La sua squadra però sembrava impacciata e spesso nervosa in casa e White Hart Lane non era più una fortezza come ai tempi di Harry Redknapp in panchina. Tre delle prossime quattro partite, il Tottenham le giocherà in casa, e questa sarà un'ottima occasione per Sherwood per far tornare lo stadio di casa un fortino inespugnabile.

Domenica il Tottenham gioca in casa del Southampton. Pensi che la squadra si riprenderà dalla batosta con il Liverpool e dall'eliminazione in Capital One Cup con il West Ham? Dai un'occhiata alle quote cliccando qui