Cinque ragioni per le quali Fernandinho può essere l'acquisto più azzeccato per il Manchester City


Che le cose al Manchester City nella stagione 2012/13 non siano andate particolarmente bene, è cosa ormai risaputa. I Blues non sono riusciti a difendere il titolo di Premier League vinto l’anno precedente, e in Champions League sono arrivati ultimi nel loro girone, anche se come scusante hanno il fatto di aver dovuto subito affrontare delle super-potenze come Real Madrid e Borussia Dortmund. Sul finale di stagione poi, hanno perso anche l’ultimo obiettivo rimasto, lasciando al Wigan la Coppa d’Inghilterra nella finale di Wembley.

Alla fine di tutto questo quindi, l’allontanamento di Mancini non ha sorpreso nessuno. L’allenatore italiano non è riuscito a tirar fuori il meglio dai suoi- David Silva, Kompany e Hart su tutti- o comunque a non farli rendere come nella stagione precedente. Ora sarà il turno di Manuel Pellegrini, che dopo le belle stagioni con il Malaga, si siederà sulla panchina dell’Etihad Stadium.

Il Manchester City intanto, si è dato già da fare sul mercato e il primo colpo è stato quello di Jesus Navas, acquistato dal Siviglia per 20 milioni di sterline. Il nazionale spagnolo prenderà posto sulla fascia destra, lasciando così più spazio a Silva e Aguero, che potranno muoversi con più libertà dietro la punta.

Settimana scorsa, è stato annunciato anche l’acquisto del centrocampista brasiliano Fernandinho, pagato allo Shakhtar Donetsk 30 milioni di sterline. A nostro modo di vedere, il brasiliano diventerà uno degli acquisti più importanti nella stagione in Premier, e di seguito lo spieghiamo dando cinque motivazioni valide:

 

 

 

1. E’ un grande atleta

 

Durante la passata stagione, la squadra del City ha avuto parecchi infortuni (Richards, Maicon, Rodwell, Aguero) conseguenti al fatto che la squadra è arrivata stanca alla fine della stagione. Fernandinho è un centrocampista di grandi doti fisiche, che può correre per 90 minuti senza mai perdere lucidità. E’ più mobile di Gareth Barry ( e questo non è difficile) e di Javi Garcia, ed è in grado di inserirsi in attacco, costituendo un’opzione in più, ai solitari inserimenti di Yaya Toure. Rispetto poi a Ramires del Chelsea ad esempio, è un giocatore più tecnico, che può giocare tranquillamente al fianco di Silva e Nasri.


2. Ha molta esperienza in Champions League

Fernandinho ha giocato molte partite in Champions con lo Shakhtar, ed è cresciuto di pari livello con la squadra ucraina, che ormai è una presenza fissa nella competizione europea per club più importante al mondo. Fernandinho ha giocato 40 volte in Champions League e questo aiuterà il City, che invece manca proprio di esperienza in campo europeo.


3. E’ un giocatore che va a rete con facilità

Pur non essendo un centrocampista d’attacco, Fernandinho è molto efficace quando si trova davanti alla porta. Il brasiliano ha segnato 50 gol per lo Shakhtar, di cui 13 in competizioni UEFA. Prima di venire in Europa, aveva una media di un gol ogni cinque partite quando militava nell’Atletico Paranaense. Pur avendo un buon tiro dalla distanza, molti dei suoi gol sono arrivati in seguito a inserimenti in area. Finalmente Yaya Toure non sarà l’unico centrocampista che andrà a rete al Manchester City.


4. Deve ancora dimostrare qualcosa

Nonostante ormai sia un nome conosciuto in Europa, Fernandinho deve ancora affermarsi nella nazionale brasiliana. Dopo che Scolari è diventato il nuovo allenatore della Seleção, Fernandinho ha perso posizioni, a vantaggio di giocatori come Luiz Gustavo, Paulinho e Fernando. La Premier League, e il Manchester City in particolare, saranno per lui la vetrina ideale per tornare titolare nel Brasile in vista dei Mondiali del 2014.


5. Ha l’età giusta

Fernandinho non è giovanissimo, ma ha l’età giusta per giocare in Premier League. Vista l’età, la cifra pagata dal City sembra un po’ alta, ma il giocatore ha davanti a se quattro o cinque anni che può giocare ad alto livello. L’anno  scorso, il Manchester United investì pesantemente su van Persie, ottenendo in cambio grandi prestazioni e titoli grazie all’ingaggio dell’olandese. Se solo il City avrà lo stesso ritorno in termini di prestazioni, quelli per Fernandinho saranno soldi ben spesi.