Cinque stelle dell'Europeo Under 21 in partenza in Israele


 

Harmeet Singh (Norvegia)

 Centrocampista di buone qualità e di un elevato senso tattico, per lui questo Europeo Under 21 sarà più che altro un'occasione di riscatto. Classe 1990, Singh ha giocato nel Valerenga e ha fatto la trafila in tutte le nazionali norvegesi, prima di trasferirsi al Fejenoord nell'estate del 2012. In Olanda non ha ancora dimostrato le sue doti, anche perchè è stato schierato solo in sette occasioni quest'anno e non si è integrato perfettamente nei meccanismi della squadra. E' però un perno inamovile per la squadra di Skellerud e lui in Israele vorrà dimostrare tutte le sue qualità. D'altra parte, solo tre anni fa, ricevette i complimenti di Guardiola dopo un'amichevole fra Valerenga e Barcellona...

 

Lewis Holtby (Germania)

 Il suo arrivo al Tottenham Hotspur a gennaio, ha un pò cambiato il volto degli Spurs, grazie anche a Villas Boas che gli ha dato spazio a centrocampo, dando così la possibilità a Gareth Bale di giocare più avanzato. Figlio di un soldato inglese e di una donna tedesca, Holtby è nato a Herkelenz il 18 settembre 1990. Cresciuto calcisticamente nell'Alemania Aachen- dove ha esordito nei professionisti- si è imposto poi come trequartista allo Schalke 04. Nella nazionale di Adrion, può giocare sia trequartista che centrocampista davanti alla difesa.

 

 

Isco (Spagna)

 Centrocampista di fascia classe 1992, in questa stagione si è affermato in maniera definitiva nel Malaga di Pellegrini, giocando alla grande sia in Liga che in Champions League. Il 6 febbraio 2013, ha esordito anche nella Roja di Del Bosque, che ha preferito lasciarlo però a Lopetegui per questo Europeo Under 21. Centrocampista di fascia, molto tecnico, bravissimo nel saltare l'uomo e creare superiorità. Nella prossima stagione, potrebbe seguire il suo tecnico al Manchester City.

 

 

Adam Maher (Olanda)

 Dotato di ottimo fisico e buona tecnica, nell'Az Alkmaar ha giocato sia come interno che come centrocampista davanti alla difesa. Classe 1993, quest'anno con il suo club, si è aggiudicato la Coppa d'Olanda battendo in finale il PSV Eindhoven (sua la prima rete dell'incontro poi vinto 2-1). L'Olanda di Cor Pot è una delle squadre più tecniche e dotate di talento dell'intera manifestazione, e ovviamente una delle candidate al titolo.

 

 

Wilfried Zaha (Inghilterra)

 Classe 1992, Zaha è un calciatore inglese di origine ivoriana, che ha giocato in questa stagione in prestito al Crystal Palace ma l'anno prossimo farà ritorno al Manchester United. Seconda punta, che può giocare sia sulla fascia che al centro dell'attacco, nel 4-4-2 disegnato in nazionale Under 21 da Stuart Pearce. Zaha è stato uno dei protagonisti della promozione del Crystal Palace di Holloway dalla Championship alla Premier League. Il palcoscenico dell'Europeo, sarà perfetto per mostrare a tutti le sue caratteristiche e far vedere di essere già pronto per il nuovo United di David Moyes.