Derby di Edimburgo: Il giorno che Hibernian-Hearts non la vide nessuno, neanche il povero radiocronista della Bbc...


Edimburgo non è Glasgow. Più aristocratica e pulita, meno operaia e mondana. Per chi visita le due principali città della Scozia da turista, Edimburgo si presenta come una perla nel nord della Gran Bretagna, mentre a volte Glasgow sa essere un pugno nello stomaco.

Edimburgo però, come Glasgow, ha il suo derby e, come raccomanda la tradizione, uno di questi si celebra sempre il giorno di Capodanno o nella giornata immediatamente successiva (sempre più spesso per esigenze televisive). Così che stasera a Easter Road- tana dell’Hibernian- va in scena il New Year’s Day Edimburgh Derby fra i padroni di casa e gli Hearts of Midlothian.

Tanti i derby di Edimburgo giocati finora e tante sarebbero le storie da raccontare, ma la più singolare ci sembra quella del 1 gennaio 1940, quando sempre ad Easter Road si giocò un derby molto particolare, che è ben raccontato nel libro di Scott Murray e Rowan Walker “Day of the match”. La Gran Bretagna era entrata in guerra contro i tedeschi già da qualche mese e la radio della Bbc aveva deciso che quel giorno il derby di Edimburgo sarebbe stato trasmesso in diretta per le truppe impegnate al fronte.

Il problema è che quell’1 gennaio del 1940, Edimburgo era avvolta da una nebbia fittissima- quella che spesso i britannici chiamano pea soupers- e il radiocronista Bob Kingsley si trovò nell’impossibilità di commentare il match. Come avevamo detto prima però, ci si trovava in tempo di guerra e comunicare agli ascoltatori che la partita sarebbe stata rinviata per le condizioni atmosferiche, avrebbe voluto significare dare un’informazione importante ai nazisti che erano interessati ad ascoltare la trasmissione ma per tutt’altri motivi. Arrivò quindi un’ordine secco dagli studi centrali di Londra: la partita si sarebbe dovuta giocare comunque e Kingsley avrebbe dovuto tirare fuori tutto il suo spirito patriottico e portare a termine il suo lavoro.

Fu così che il radiocronista, che non riusciva a vedere assolutamente nulla di quello che stava accadendo in campo, si inventò una radiocronaca coi fiocchi, non facendo mancare il ritmo e tenendo gli ascoltatori incollati alla radio.

Quel giorno però, anche le squadre in campo ebbero i loro problemi. L’arbitro fischiò la fine del primo tempo con gli Hibs in vantaggio per 3-2 con due minuti di anticipo. Negli spogliatoi se ne accorse e fece tornare le due compagini in campo per giocare i minuti rimanenti e incredibilmente gli Hearts riuscirono a ribaltare il risultato.

Alla fine, la partita terminò per 6-5 a favore degli Hearts, ma pochi sugli spalti se ne accorsero- non certo Kingsley- visto che molti spettatori rimasero fermi ai loro posti più di dieci minuti dopo che la partita era già finita.

Stasera Hibernian e Hearts si affrontano ancora ad Easter Road con inizio alle 20.45 italiane, e la nebbia- che non affligge più la Gran Bretagna come in passato- non sarà il problema principale per le due squadre. Gli Hibs sono al momento settimi in classifica con 24 punti, ma le cose stanno andando meglio da quando è arrivato in panchina Terry Butcher- quello diventato famoso in tutto il mondo quando a Stoccolma giocò con una maglia dell’Inghilterra completamente insanguinata, dopo che nel corso della partita si era infortunato alla testa. La situazione è decisamente peggiore per gli Hearts, che, per irregolarità finanziarie e stipendi non pagati, sono partiti con 15 punti di penalizzazione. La squadra di Gary Locke è ancora a -2 ma, in caso di vittoria del derby, potrà finalmente salire sopra lo zero. I Jamboos partono sfavoriti, ma in questa stagione hanno già vinto due derby.

Hibernian 1.65, pareggio 3.60, Hearts 5.10

Se vuoi scommettere sul derby di Edimburgo, clicca qui