Finale Champions League: 10 cose che potresti non sapere sul Real Madrid


10) Il Madrid Club de Futbol viene fondato il 6 marzo 1902. Il colore bianco di maglie, pantaloncini e calzettoni, viene adottato seguendo l'esempio della squadra inglese del Corinthians, che faceva del fair play la sua ragione d'essere.

9) Nel 1920, in seguito alla decisione voluta dal re Alfonso XIII, il Madrid Club de Futbol assume il nome di Real Madrid e può apporre così il simbolo reale sul proprio stemma.

8) Il famoso stadio di Chamartìn, casa dei primi successi del Real Madrid, viene inaugurato nel 1924 con un'amichevole con gli inglesi del Newcastle. Il primo titolo di campione di Spagna arriverà però solo nel 1932.

7) L'attaccante argentino Alfredo di Stefano viene acquistato dal Real Madrid nel 1953. Da molti ritenuto il più grande giocatore di tutti i tempi, Di Stefano con la maglia del Real Madrid disputerà 282 partite con 216 gol. Nella sua carriera in Blancos da giocatore, Di Stefano vinse 8 Liga e una Coppa di Spagna, 2 Coppe Latina, 5 Coppe dei Campioni e una Coppa Intercontinentale. Curiosamente però, Di Stefano non ha mai disputato un Mondiale con nessuna nazionale (giocò sia per la selezione argentina che per quella spagnola).

6) Il Real Madrid vinse le prime cinque edizioni della Coppa dei Campioni (dal 1955-56 al 1959-60) e poi vinse ancora per altre quattro volte la competizione. L'ultima è stata nel 2002 a Glasgow, battendo in finale il Bayer Leverkusen per 2-1 ( ad Hampden Park i Blancos avevano già vinto l'edizione del 1960 contro l'Eintracht Francoforte). Sabato sera gli uomini di Ancelotti andranno a caccia della Dècima.

5) Il Real Madrid è famoso per le sue vittorie internazionali ma nella Coppa Uefa 1983/84- cioè la stagione precedente alle due Uefa vinte consecutivamente- I Blancos furono eliminati al primo turno dallo Sparta Praga (sconfitta 3-2 in trasferta e 1-1 in casa). Ancora più clamorosa l'eliminazione nella stessa competizione per mano dei danesi dell'Odense nella stagione 1994-95. Il Real Madrid vinse nella città natale di Andersen per 3-2, ma poi perse al Bernabeu per 2-0 e fu eliminato.

4) Cos'era la "quinta del Buitre"? E soprattutto, da chi era formata? Fu una nidiata di campioncini- o potenziali campioni- che nei primi anni Ottanta si affermarono nel Castilla (ora Real Madrid B). Il Buitre era l'Avvoltoio,  era Emilio Butragueno, e i suoi compagni che facevano parte della sua "quinta" erano Michel, Martin Vazquez (con un passato anche in Italia al Torino), Sanchis e Pardeza.

3) Nel 1998, La Fifa ha nominato il Real Madrid come il miglior club nella storia del calcio. Quell'anno i Blancos vinsero la Champions League battendo in finale per 1-0 la Juventus.

2) Chi sono gli italiani che hanno vestito la prestigiosa "camiseta" del Real Madrid? Solo tre finora: Christian Panucci (che ha vinto anche la Champions 1998 con i Blancos), Antonio Cassano e Fabio Cannavaro. Sulla panchina dei Blancos poi quest'anno c'è Carlo Ancelotti.

1) "Zidanes Y Pavònes". Fu un'espressione coniata da Florentino Perez nei prima anni 2000, per far capire che il Real Madrid avrebbe acquistato sì grandi campioni (Zinedine Zidane) ma avrebbe curato anche il vivaio (Francisco Pavòn, di cui si persero in fretta le tracce).