Highway to hell. Chi riuscirà ad evitare la strada che porta alla retrocessione?


I principali tornei europei stanno arrivando alla conclusione, e si fa sempre più calda la lotta per evitare una retrocessione, che potrebbe risultare un disastro per molte squadre, sia da un punto di vista sportivo che economico:

A 3-5 giornate dalla fine, vediamo la situazione in Italia, Inghilterra, Spagna, Germania e Francia:

 

Italia

Torino 36 punti

Palermo 32 punti

Genoa 32 punti

Siena 30 punti

Con il Pescara già retrocesso, in Serie A troviamo una squadra che vede la luce (Palermo) e un’altra che si è ormai fatta risucchiare nella lotta per non retrocedere (Torino). I rosanero sembravano spacciati solo un mese fa, ma poi le vittorie con Roma, Sampdoria e Inter e i pareggi con Bologna e Catania, hanno rimesso in carreggiata la squadra di Sannino. A quattro giornate dalla fine, il calendario non è impossibile, anche se ci sarà da far visita a Juventus, ospiti della festa scudetto bianconera, e alla Fiorentina, in lotta per un posto Champions. Le partite casalinghe con Udinese e Parma però, sono più abbordabili. Il Torino domenica fa visita al Milan, ma a questo punto molto si deciderà nella sera di Torino-Genoa (8 maggio) che diventa un vero e proprio scontro salvezza. I genoani sono quelli che hanno il calendario migliore, visto che domenica ospiteranno il Pescara e poi, dopo la sfida dell’Olimpico di Torino, riceveranno un’Inter ormai allo sbando e faranno visita a un Bologna salvo. Il Siena invece, è fortemente penalizzato dal calendario. In casa deve affrontare Fiorentina e Milan- che stanno lottando strenuamente per il terzo posto- mentre in trasferta deve far visita a Catania e Napoli. Salvarsi, a questo punto, sarebbe davvero un miracolo.

Inghilterra

Norwich 38 punti

Sunderland 37 punti

Newcastle 37 punti

Aston Villa 34 punti

Wigan 32 punti

Ieri pomeriggio, Reading e Qpr hanno pareggiato per 0-0 e hanno salutato insieme la Premier League. In Inghilterra quindi, a tre giornate dalla fine, c’è ancora da trovare una candidata alla retrocessione, ma ci sono almeno cinque squadre ancora coinvolte. Sarà importantissima Aston Villa- Sunderland di stasera, perché i Villans, in caso di vittoria, potrebbero agganciare gli uomini di Di Canio, oppure rimanere da soli al quartultimo posto. Gli uomini di Lambert hanno un calendario difficile, e settimana prossima dovranno già far visita al Norwich- altro scontro diretto- per poi ospitare il Chelsea e concludere con una partita al cardiopalma in casa del Wigan. I ragazzi di Martinez sono stati sfortunati a subire il pareggio del Tottenham nel finale nella partita dello scorso sabato e un po’ dei loro pensieri va anche alla finale di Coppa d’Inghilterra contro il Manchester City. Il calendario di Premier però è da paura: West Ham e Arsenal fuori casa, Aston Villa in casa all’ultima. Di Canio invece, se passa indenne la trasferta di stasera al Villa Park, può respirare. Stoke City e Southampton in casa e Tottenham in trasferta, danno garanzie di salvezza.

Spagna

Osasuna 33 punti

Granada 32 punti

Celta Vigo 30 punti

Deportivo la Coruna 30 punti

Saragozza 30 punti

Maiorca 28 punti

In Spagna, a cinque giornata dalla fine, nessuna squadra è già retrocessa e sei squadre stanno lottando per evitare gli ultimi tre posti. Il Deportivo è la compagine più in forma e ha fatto un recupero in classifica prodigioso. Se vince stasera il posticipo in casa del Betis Siviglia, mette una serie ipoteca sulla salvezza. Il Maiorca è al momento ultimo in classifica, e deve ancora affrontare trasferte come quelle con Athletic Bilbao e Atletico Madrid, mentre di tutte e sei, solo l’Osasuna, all’ultima giornata, affronterà una delle due grandi (Real Madrid) al Bernabeu.

Germania

Werder Brema 32 punti

Fortuna Dusseldorf 30 punti

Augsburg 30 punti

Hoffenheim  27 punti

In Bundesliga, il Greuther Furth è già retrocesso e l’Hoffenheim quasi. Per il resto, è lotta aperta per evitare il playout con la terza di Zweite Bundesliga ( sarà una fra Kaiserslautern, Colonia e Francoforte, a tre giornate dalla fine). Incredibilmente, il Werder Brema è stato risucchiato nei bassifondi e ora il tecnico Schaaf è a forte rischio. Il calendario però, non è impossibile: Hoffenheim ed Eintracht Francoforte in casa, Norimberga in trasferta. Quasi speculare il calendario del Fortuna, che invece dell’Hoffenheim, dovrà affrontare l’Hannover, mentre l’Augsburg ha due trasferte contro Friburgo e Bayern Monaco, prima di affrontare in casa il Greuther retrocesso. Il rischio è di arrivare all’ultima partita già con il destino segnato del playout.

Francia

Reims 38 punti

Nancy 35 punti

Evian 34 punti

Sochaux 34 punti

Brest  29 punti

Troyes 28 punti

In Ligue 1, a quattro giornate dalla fine, non c’è nessuna retrocessione matematica, ma obiettivamente, Troyes e Brest sembrano spacciati. Il Sochaux quest’anno è stato l’ammazzagrandi ( vittorie con PSG e Lione, pareggio in rimonta venerdì scorso a Lille) ma ora tornerà a giocare con squadre di metà classifica e l’11 maggio ci sarà uno scontro salvezza con il Brest. Il Reims parte in vantaggio in classifica, ma ha due trasferte di fuoco, Lille e Marsiglia. L’Evian ieri ha perso in casa con il PSG capolista, ma ora il calendario non è niente male: Troyes, Nizza, Valenciennes e Bordeaux. Sono già pronte le bottiglie di acqua minerale per il brindisi.