I 10 migliori momenti della seconda giornata dei Mondiali


1. Il colpo di testa del giorno

C'è bisogno di chiedersi qual è? Certamente quello di Robin Van Persie che ha dato il pareggio all'Olanda, viatico di un incredibile 5-1 alla Spagna. L'attaccante del Manchester United ha ricevuto palla da Daley Blind, e si è reso protagonista di uno spettagolare gol in tuffo di testa.

 

2. Il peggior "cinque" del giorno

Dopo quel gol, avresti sicuramente potuto festeggiare meglio Robin...

3. Tim Cahill raggiunge il club dei "3"

Tim Cahill. Colpo di testa. Gol. Come hanno fatto i difensori del Cile a perderlo di vista? Il 34enne australiano comunque raggiunge Van Persie e diventa uno dei pochi giocatori ad aver seganto in tre diverse edizioni dei Mondiali.

4. La decisione(i) sbagliata del giorno

Dopo il grave errore di ieri di Nishimura nella gara di apertura, il colombiano Roldan Perez e i suoi assistenti annullano due gol regolarissimi a Giovani Dos Santos in Messico-Camerun. Dos Santos era in posizione regolare in entrambe le occasioni, per la frustrazione dei giocatori messicani, che si sono tranquillizzati solo dopo il gol vittoria di Peralta.

5. Il giocatore del giorno

Van Persie potrebbe avere questo onore, ma il nostro premio va ad Arjen Robben, che ha messo sotto pressione e ha segnato una doppietta alla Spagna. L'ala del Bayern Monaco avrà avuto gli incubi dopo gli errori commessi nell'ultima finale mondiale, così che ieri si è preso la sua rivincita. Nei suoi giorni migliori, Robben è assolutamente imprendibile.

6. L'ex giocatore di Premier League del giorno

Questo onore va al portiere del Camerun Charles Itandje, che è stato tre anni a libro paga del Liverpool senza però scendere mai in campo con i Reds. Ieri si è esibito in una bella parata su Peralta nel secondo tempo, nonostante questa settimana sia arrivato tardi ad una sessione di allenamento perchè si era perso alla ricerca di un Bureau de Change. Senza prezzo.

7. Il "dolore mascherato" del giorno

Il difensore dell'Olanda Stefan De Vrij stava per lasciare il campo dopo una collisione con il palo, mente tutti stavano guardando lo scontro in volo fra Iker Casillas e Robin Van Persie. De Vrij poi ha realizzato che il pappone lo aveva centrato in pieno e, colpendolo, aveva segnato il 3-1 per la sua squadra. Così, invece di correre verso la panchina per farsi medicare, la sua corsa è stata fatta per festeggiare un gol.

8. La sconfitta del giorno

Casillas e i suoi compagni della Spagna non avevano mai vissuto un giorno come questo, e di sicuro non ne vorranno vivere altri così. E' troppo presto per dire se il 5-1 subito dall'Olanda rappresenti la fine di un ciclo, ma di sicuro, una certa aurea di invincibilità degli spagnoli è svanita.

9. Il gol sbagliato del giorno

Se un giocatore del Manchester United ha avuto il suo giorno di gloria a Salvador, un altro ha vissuto una pessima giornata a Natal. Javier Hernandez ha iniziato Messico-Camerun in panchina e, quando l'allenatore messicano Herrera ha deciso di mandarlo in campo, ha sbagliato uno di quei gol che proprio non si possono fallire.

10. Il gol di classe del giorno

Finiamo con Jorge Valdivia, che dopo 14 minuti da il 2-0 al Cile sull'Australia. La costruzione e la finalizzazione di questo gol, sono un chiaro esempio del divario di classe fra le due squadre in campo.