I 5 migliori giocatori brasiliani di tutti i tempi ai Mondiali


Mancano ormai solo cinque giorni alla partita d'esordio dei Mondiali, e così vogliamo rendere merito alle cinque più grandi star brasiliane che hanno giocato i Mondiali.

Siete d'accordo?

 

5. Romario – 1990 e 1994

 

Ciò di cui era capace, Romario ce l'ha fatto giusto assaggiare nel 1990, ma un infortunio lo costrinse a giocare solo 66 minuti in quel torneo.

Andò ben diversamente nel 1994, quando Romario, grazie ai suoi cinque gol, trascinò il Brasile alla sua quarta Coppa del Mondo. Romario si aggiudicò ancheil Pallone d'Oro come miglior giocatore del torneo.

 

4. Garrincha – 1958, 1962 e 1966

 

Pochi sanno che Garrincha fu escluso dalle prime due partite giocate al Mondiale di Svezia 1958, per il poco rispetto avuto nei confronti dei giocatori della Fiorentina, in un'amichevole giocata poco prima del Mondiale. Si dice che Garrincha dribblò quattro giocatori più il portiere, poi, invece di segnare a porta vuota, aspettò per dribblare ancora un altro giocatore.

Da quando entrò in squadra, insieme al giovane 17enne Pelè, condusse la sua nazionale al primo titolo mondiale della storia. Nel 1962, fu uno dei protagonisti assoluti, e si laureerò anche capocannoniere della manifestazione (anche se in coabitazione).

In Inghilterra nel 1966, Garrincha giocò due partite del girone e si ritirò dopo la partita giocata a Goodison Park contro l'Inghilterra.

 

3. Jairzinho – 1966, 1970 e 1974

 

Jairzinho fu un altro giocatore che prese parte alla sfortunata spedizione del 1966, ma una volta ritiratosi Garrincha, Jairzinho prese il suo posto sulla fascia destra e sarà un protagonista a Messico 1970.

L'ala divenne famosa perchè segnò in tutte le partite del Mondiale del 1970, compreso il gol in finale nel 4-1 rifilato all'Italia. Jairzinho si meritò così il soprannome di "Furacão da Copa", l'uragano della Coppa.

Giocò anche nel 1974 in Germania, segnando due gol, ma il suo nome verrà ricordato per sempre per quanto fatto nell'edizione del 1970.

 

2. Ronaldo – 1994, 1998, 2002 e 2006

 

Ronaldo ha la medaglia d'oro per la vittoria mondiale del 1994, ma all'epoca aveva solo 17 anni e non scese mai in campo. Quattro anni dopo, Il Fenomeno si mostrò al mondo.

Segnò quattro gol al Mondiale in Francia, quando il Brasile raggiunse la finale poi persa 3-0 contro i padroni di casa.

Nel 2002, quando si diceva che Ronaldo fosse finito dopo una serie di infortuni, segnò otto gol- fra cui i due decisivi nella finale- aggiudicandosi il Pallone d'Oro della competizione. Nel 2006, segnerà il 15° gol ai Mondiali, battendo il record che era detenuto da Gerd Muller.

 

1. Pele – 1958, 1962, 1966 e 1970

 

C'è però soltanto un numero 1.

Pelè vinse il primo Mondiale a 17 anni da protagonista, segnando sei gol- uno al Galles nei quarti, tre in semifinale e due in finale- trascinando la Selecao al titolo mondiale.

Nel 1962, quando Pelè era ormai riconosciuto da tutti come il miglior giocatore al mondo, si infortunò nella seconda partita con la Cecoslovacchia e dovette stare a guardare i suoi compagni vincere il secondo titolo consecutivo. Gli infortuni lo colpiranno ancora nel 1966, e il Brasile uscirà al primo turno.

Tornato in piena forma nel 1970, Pelè segnò quattro gol e trascinò il Brasile più forte di sempre, alla vittoria mondiale in finale contro l'Italia a Città del Messico.