I 5 migliori numeri 9 nella storia dei Mondiali


 

5. Filippo Inzaghi (Italia)

L'attaccante ex Milan sarà anche "nato in fuorigioco", secondo una definizione di Sir Alex Ferguson, ma di sicuro sapeva come far gol. 25 gol in 57 partite con la nazionale, Inzaghi ha in parte coperto il buco lasciato dal ritiro di Roberto Baggio. Inzaghi ha segnato solo un gol al Mondiiale (nel 2006 nella partita vinta per 2-0 contro la Repubblica Ceca) ma pochi giocatori possono dire di aver segnato 57 gol per la Juventus e 73 con il Milan.

 

4. Alan Shearer (Inghilterra)

 

Quando Gary Lineker decise di ritirarsi, l'Inghilterra aveva bisogno di un'altra macchina da gol e Shearer segnò 30 gol in 63 partite con la maglia della nazionale. Visto che gli inglesi mancarono la qualificazione a Usa 94, Shearer giocò solo un Mondiale, nel quale segnò due reti. Una leggenda per l'Inghilterra e di sicuro uno dei migliori numeri nove di sempre.

 

3 Davor Suker (Croazia)

Solo per il talento, Suker deve entrare in questa classifica. Segnò in tutte le partite, tranne una, nel Mondiale del 1998 e trascinò la sua nazionale fino alle semifinali, dove la Croazia perse con la Francia, che ospitava la manifestazione. Suker segnò sei gol e vinse la Scarpa d'Oro in quel Mondiale e, a livello di club, continuò a mettersi in luce con Siviglia, Real Madrid, Arsenal e, un pò meno, con il West Ham.

 

2. Gabriel Batistuta (Argentina)

Batigol ha lasciato il calcio per dedicarsi al polo di recente, ma è stato senz'altro uno dei migliori attaccanti negli anni Novanta. Batistuta segnò quattro gol a Usa 94 e cinque volte a Francia 98, giocando in totale 78 partite in nazionale e contribuendo con 56 reti. Senza dubbio, uno dei migliori attaccanti di sempre.

 

1. Ronaldo (Brasile)

Chi altri? Il Fenomeno faceva parte della spedizione brasiliana a Usa 94, ma non giocò mai, ma fu poi protagonista quattro anni dopo in Francia. Segnò quattro gol in quell'edizione, più otto nel 2002, quando realizzò anche entrambi i gol della finale. In più, ha segnato tre gol anche a Germania 2006, diventando con 15 reti, il miglior realizzatore della storia dei Mondiali.