I 5 motivi per cui l'Olanda può vincere il Mondiale


1. Arjen Robben è più in forma che mai

L'ala del Bayern Monaco, Arjen Robben, vuole usare questo Mondiale per scrivere il suo nome fra i grandi del calcio.

Nelle sue giornate milgiori, ci sono pochi avversari che riescono a fermarlo, e con l'età, il 30enne olandese, sembra incredibilmente acquisire ancora maggiore velocità. Sa che può essere il suo Mondiale, e farà di tutto per poterlo dimostrare.

 

2. Gli olandesi non hanno nulla da perdere

Molti credevano che l'Olanda non sarebbe nemmeno riuscita a passare in un gruppo con Spagna e Cile, ma gli olandesi non solo ci sono riusciti, ma ora sono prpnti a giocarsi anche la semifinale.

Ora gli oranje non hanno più paura di nessuno. Dovendo affrontare avversarie che sono partite per vincere, cosa hanno da perdere a questo punto gli olandesi?

 

3. Wesley Sneijder sta finalmente trovando la miglior forma

Gli ottavi e i quarti di finale, ci hanno restituito un Wesley Sneijder in grande forma, simile a quello visto quattro anni fa in Sudafrica.

Ha segnato un gol importantissimo negli ottavi con il Messico (quello del pareggio all'88°) ed è staot sfortunato a non andare a rete contro la Costa Rica (ha colpito due pali). In entrambi gli incontri comunque, abbiamo visto uno Sneijder decisivo e il livello del suo gioco, potrebbe addirittura alzarsi in queste ultime partite.

 

4. Hanno superato il tabù rigori

Prima del quarto di finale con la Costa Rica, l'Olanda aveva perso quattro delle ultime sfide al dischetto, un record negativo solo leggermente migliore rispetto a chin dal dischetto non ci azzecca nemmeno una volta- sì, parliamo proprio dell'Inghilterra.

Dopo la vittoria nei quarti, gli olandesi sono alle stelle e, se anche la semifinale dovesse andare ai rigori, gli olandesi la affronteranno senza paura. In fondo, in panchina hanno un allenatore pronto a tirar fuori un'altra sorpresa...

 

5. Louis van Gaal

L'allenatore olandese Louis van Gaal ha dimostrato di non aver paura di prendere decisioni impopolari in questo torneo, sia variando più volte l'assetto tattico- e resistendo alle continue critiche, soprattutto da parte della stampa olandese- sia mandando in campo Tim Krul al posto del titolare Cillessen, per affrontare i tiri dal dischetto con la Costa Rica.

Il ct olandese, prima di lasciare la nazionale per andare al Manchester United, vuole chiudere in bellezza, e riuscirà a dare alla sua squadra una motivazione ancora maggiore per provare a conquistare questo titolo mondiale.