Il Chelsea non deve vendere David Luiz, perchè può diventare uno degli "intoccabili" di Mourinho


"Telespalla Bob" sono ormai due anni e mezzo che sta giocando a Stamford Bridge. Ora è tornato anche lo Special One (che si è ribattezzato da solo the Happy One) e per David Luiz è arrivata una proposta dal Barcellona di 35 milioni di sterline. Wow!

Il Chelsea però ha immediatamente rifiutato la proposta, sottolineando che il centrale brasiliano non è sul mercato. E' vero, abbiamo sentito questa frase molte volte anche a White Hart Lane, Anfield o ad Old Trafford, e poi è avvenuto l'esatto contrario, ma dal mio punto di vista il Chelsea ha ragione, e a mio parere, David Luiz deve essere considerato uno degli intoccabili di Mourinho.

Nel calcio moderno, il sistema di scouting si è sempre andato più affinando, ma molto spesso un giocatore che all'inizio sembrava mostrare cose egregie, si è poi perso una volta arrivato al calcio professionistico.

Io credo però che David Luiz sia unico, non soltanto per il suo aspetto che coglie subito l'attenzione, ma anche per il suo stile di gioco.

Il 26enne brasiliano, è uno spirito libero. E' vero, a volte le sue distrazioni sono costate dei gol al Chelsea, ma il più delle volte Luiz ha contribuito ad evitarne, in maniera maggiore rispetto ai suoi compagni della difesa.

Ciò che dico, è supportato anche dai dati statistici. Dal gennaio 2011, il Chelsea con lui ha avuto una media punti di 2.02, a confronto di una media di 1.58, quando David Luiz non è stato in campo. Prendendo ad esempio solo la stagione appena passata, i Blues hanno concesso una media di 1.78 gol ad incontro in assenza di David Luiz, mentre il numero scende a 0.79, quando il centrale della nazionale brasiliana era al suo posto al centro della difesa del Chelsea.

Mourinho ha ragione quando dice che deve migliorare da un punto di vista difensivo, ma finora le note positive hanno sempre superato quelle negative. Il difensore brasiliano infatti, va a pressare anche in zone del campo che non sono di sua pertinenza, così facendo però, spesso recupera il pallone e da inizio a una ripartenza. In più, come è stato evidente soprattutto l'anno scorso, è in grado di inserirsi sotto porta e di realizzare delle reti spesso decisive.

Al Barcellona non sono degli sprovveduti, non offrirebbero 35 milioni di sterline per un difensore che non sa difendere. Gli spagnoli sanno che il giocatore è in grado ancora di migliorare, sia da un punto di vista difensivo sia anche negli inserimenti in area avversaria.

Nelle ultime cinque stagioni, David Luiz ha vinto sempre almeno un trofeo all'anno, nel 2010 e nel 2012 addirittura due. Se Mourinho cerca un leader per la difesa, sa che può puntare su Luiz, che è diverso forse dagli altri difensori, ma in molti aspetti migliore.