Il derby d'Italia di Rummenigge....e quello di Roberto Baggio


 

Inter-Juventus 4-0 campionato 1984-85

Nel novembre del 1979, l’Inter diede 4 gol in casa alla Juventus, ed esattamente cinque anni dopo, impose lo stesso risultato. Era una Juve in calo rispetto all’anno precedente, una squadra che aveva dato priorità alla Coppa dei Campioni, poi vinta in quella stagione all’Heysel dopo quell’infausta finale contro il Liverpool.

L’Inter era una squadra che sognava lo scudetto, ma non era ancora pronta per conquistarlo. L’estate precedente, il presidente Pellegrini aveva acquistato Karl Heinz Rummenigge, e il panzer tedesco, dopo un breve periodo di adattamento e i primi infortuni che poi contraddistingueranno la sua carriera, si stava finalmente imponendo alla nostra Serie A.

In quel pomeriggio uggioso del Meazza, i bianconeri di Trapattoni pagarono a caro prezzo le assenze di Brio, Boniek e Rossi (infortunatosi dopo 21 minuti e sostituito da Koetting) e in campo ci fu solo l’Inter.

I nerazzurri segnarono subito con il tedesco ex Bayern Monaco, e raddoppiarono alla mezz’ora grazie a un gol di testa su corner di Riccardo Ferri. Nella ripresa poi fu Collovati- sempre di testa- a segnare il 3-0, prima che Rummenigge insaccasse il quarto gol, che mandava in visibilio il pubblico di San Siro.

Alla fine della stagione 1984-85, l’Inter si classificò al terzo posto, mentre la Juventus giunse sesta a pari punti con il Milan.

Sotto il video di quella partita, nel servizio della Domenica Sportiva:

 

 

 

 

 

Inter-Juventus 1-3 campionato 1991-92

Era l’anno del Trapattoni-bis, quello del ritorno a Torino del Trap, dopo che sulla panchina bianconera aveva vinto tutto fra gli anni Settanta ed Ottanta.

La Juventus nella stagione 1991-92, si batteva contro il Milan degli Invincibili di Capello per il primato in Italia, mentre l’Inter, con Suarez in panchina dopo il flop di Orrico, non riusciva a smuoversi dal centro classifica.

In quella stagione, il derby d’Italia fu marcato da un uomo in particolare: Roberto Baggio. Fu il Codino ad aprire le marcature su rigore e poi a segnare un bellissimo gol dopo una triangolazione fuori area. Nel secondo tempo Schillaci segnò la terza rete bianconera, prima che Fontolan accorciasse per i nerazzurri.

A fine campionato la Juventus arrivò seconda alle spalle del Milan, mentre l’Inter si classificò all’ottavo posto.

Nel video sotto la sintesi di quella partita: