Il posticipo di Premier League: Manchester United-Aston Villa


Lo champagne è in frigo, ora bisognerà capire se Alex Ferguson e i suoi, lo potranno stappare già stasera, dopo la partita con l’Aston Villa. Dopo la sconfitta di ieri del Manchester City sul campo del Tottenham, allo United serve la vittoria, per garantirsi in maniera matematica, la conquista del 20° titolo inglese. Gli ospiti però hanno bisogno di punti salvezza, e arrivano all’Old Trafford con l’obiettivo di portar via almeno un punto.

Team news

E’ probabile che Ferguson tenga ancora a riposo Rooney, che anche nell’ultima partita contro il West Ham non è sembrato al meglio. Possibile un attacco con Hernandez davanti, e dietro di lui il trio formato da Kagawa, Van Persie e Valencia. Nell’Aston Villa torna Agbonlahor, dopo che l’attaccante aveva saltato la partita contro il Fulham. In avanti giocherà Benteke, con N’Zogbia e Weimann che si affiancheranno ad Agbonlahor nei tre dietro la punta.

Stato di forma

Il Manchester United ha perso solo una volta negli ultimi 21 incontri di Premier League. In assenza di impegni nelle varie coppe, la concentrazione degli uomini di Ferguson, è tutta su questa partita. L’Aston Villa è molto migliorato rispetto al girone d’andata, ma si trova ancora al quartultimo posto in classifica e dovrà lottare fino alla fine per evitare la retrocessione nel Championship.

Testa a testa

All’andata, i Red Devils vinsero una partita molto combattuta per 3-2. L’Aston Villa non vince ad Old Trafford dal 2009 (1-0) e quella rappresenta l’unica vittoria dei Villans negli ultimi 34 confronti con il Manchester United.

Quote

I padroni di casa sono ovviamente favoriti a 1.22. Spesso però, in questa stagione hanno sbloccato il risultato nel secondo tempo. Vista anche la buona forma attuale dell’Aston Villa, l’X/1, fra primo e secondo tempo, è dato a 3.80.