Il Twente esonera McClaren...........


Spesso si dice che la seconda volta non è mai bella come la prima. Questa massima oggi vale senza dubbio per Steve McClaren, che è stato esonerato dal Twente martedì mattina, con la squadra che sta sempre più scendendo in classifica.

I segni della crisi erano già evidenti da più da una settimana, da quando, due domeniche fa, il Twente ha pareggiato con il Willem II, che è all’ultimissimo posto dell’Eredivisie. Dopo la partita, McClaren, parlando con le televisioni e i giornalisti della carta stampata ha detto:” siamo nel mezzo di una tempesta, e quando sei nell’occhio del ciclone, devi cercare in ogni modo di uscirne”. Un giornalista, forse un po’ più intrepido dei suoi colleghi, ha replicato all’allenatore inglese:” quando si è nel mezzo della tempesta però, qualcuno potrebbe rischiare di annegare”. McClaren, cercando di mantenere la sua proverbiale calma, ha replicato:” E’ vero, ma se qualcuno annega, vuol dire che non merita di restare sulla barca con noi. Volgiamo stare vicini, lottare assieme e uscire al più presto da questa situazione”.

Quello che è rimasto vittima della tempesta però, è stato proprio McClaren, a cui è costata la sconfitta patita sabato scorso contro l’Heerenveen, che ha lasciato il Twente senza una vittoria nelle ultime sei partite di Eredivisie.

Nel periodo di Natale, il Twente era anche riuscito a raggiungere la vetta della classifica, ma poi le cose sono precipitate e si è arrivati alla situazione attuale. McClaren era tornato in Olanda nel gennaio 2012 e già aveva destato stupore la sua scelta di lasciar partire Janko per il Porto, non ritenendo l’austriaco adatto al gioco fatto dal Twente. La squadra, alla fine della scorsa stagione, si è classificata sesta e in estate non si può dire che il presidente Joop Munsterman non abbia agito nell’interesse di McClaren, acquisendo giocatori come il centrocampista serbo del Groningen Dusan Tadic, e l’attaccante Luc Castaignos dall’Inter.

La decisione dell’esonero forse potrebbe essere un bene per un Twente che non sta facendo bene, ma ha davanti una stagione che non è ancora compromessa. Anzi, battendo sabato l’Ajax al De Grolsch Veste, il Twente potrebbe andare ad un solo punto dai campioni in carica.

Quello che però ora molti si chiedono, è cosa sarà della carriera di McClaren. Dopo la panchina inglese e la prima esperienza in Olanda, l’allenatore inglese non aveva fatto bene al Wolfsburg, e, per sua stessa ammissione, aveva accettato di “scendere” in Championship con il Nottingham Forest, solo come ripiego perché non erano andati a buon fine i contatti con l’Aston Villa. Ora questo fallimento con il Twente, potrebbe metterlo in difficoltà per il continuo della sua carriera.