Inghilterra-Italia: la parola ai due esperti!


Per una delle partite più attese di questa prima fase, lo scrittore e tifoso inglese   Iain Macintosh se la vede con l'espeto di calcio italiano   Paolo Bandini. Lasciamo a loro la parola... 

TEAM NEWS

Iain Macintosh sull'Inghilterra: 

A differenza del 2010, quando non abbiamo saputo chi fosse il portiere titolare fino a un'ora prima della partita, questa volta la squadra inglese è praticamente fatta. Roy Hodgson non è quel tpo di allenatore che cambia le carte in tavola all'ultimo momento , e l'unico dubbio riguarda chi giocherà fra Welbeck e Sterling. Le ultime notizie ci danno Sterling in panchina, e Danny titolare.

Paolo Bandini sull'Italia: 

L'infortunio di De Sciglio, ha complicato i piani di Prandelli sulla fascia destra. Darmian- che ha una sola presenza in nazionale- dovrebbe partire titolare e Prandelli sta anche pensando a spostare Chiellini dal centro alla fascia sinistra. Il tecnico azzurro non ha voluto comunque dare la formazione in anticipo.

Stato di forma

Iain Macintosh sull'Inghilterra: 

Ci sono due modi per leggere le amichevoli di preparazione dell'Inghilterra: da una parte si può dire che gli inglesi sono imbattuti da tre partite- e in tutto il 2014- e dall'altra che hanno avuto la meglio solo sul Perù e hanno pareggiato con due squadre non eccezionali come Ecuador e Honduras. In ogni caso, è sempre pericoloso trarre delle conclusioni definitive dalle amichevoli. Le buone notizie arrivano dal fatto che l'Inghilterra sembra finalmente una squadra, le cattive è che probabilmente non siamo così sufficientemente squadra da poter battere una nazionale come quella italiana.

Paolo Bandini sull'Italia: 

Molto è stato detto sulle prestazioni degli Azzurri nelle amichevoli giocate prima del Mondiale. L'Italia- a parte il test con il Fluminense- non vince una partita dallo scorso settembre, pareggiando le ultime due partite di qualificazione e non riuscendo a vincere nessuna amichevole dopo la qualificazione al Mondiale. Anche nella partita con il Fluminense, l'Italia ha vinto ma ha subito tre gol, ma questo fa tutto parte della storia degli Azzurri, che storicamente sono allergici alle amichevoli. In match ufficiali infatti, Prandelli ha perso solo tre partite in quattro anni. Due di queste sono arrivate per mano della Spagna- una ai rigori- e l'altra fuori casa con il Brasile.

Cos'hanno detto gli allenatori

 Roy Hodgson: “Io son l'allenatore e spetta a me prendere le decisioni e ala fine sarò responsabile per le decisioni che mi assumerò"

 Cesare Prandelli: “Abbiamo 23 giocatori qui in Brasile e tutti possono essere considerati titolari. Sceglierò in base allo stato di forma e al tipo di avversario che avremo di fronte".

 

Gli uomini chiave

Iain Macintosh sull'Inghilterra: 

Se Sturridge riuscirà a fare in nazionale quello che ha fatto con il proprio club, allora l'Inghilterra avrà delle possibilità. Nei suoi giorni di grazia, l'attaccante del Liverpool è impetuoso e inventivo. E' riuscito ad eliminare l'egoismo che lo aveva contraddistinto quando era ancora molto giovane, ma ha mantenuto una certa arroganza, che contraddistingue tutti i grandi gocatori.

Paolo Bandini sull'Italia: 

La pressione sarà tutta su Balotelli, specialmente dopo che Immobile si è reso protagonista di una tripletta nell'amichevole con il Fluminense. L'attaccante del Milan non ha avuto una buona stagione con il suo club- ma ha comunque segnato 14 reti in 30 partite- ma in nazionale ha saputo spesso dimostrare di riuscire a trovare l'ambiente giusto.

Consiglio di scommessa

Iain Macintosh sull'Inghilterra: 

In un match così equilibrato, difficile fare previsioni. Punto però su un pareggio senza reti.

Paolo Bandini sull'Italia: 

Io invece punto sulll'over 2.5 a 2.67. Nonostante entrambe le squadre non vogliano perdere all'esordio, nessuna delle due sembra molto solida in difesa. Il campo di Manaus, che non sarà in perfette condizioni, aumenterà le possibilità di errore.