La rivalità fra Bayern e Dortmund è alla fine o sabato sarà solo un punto di inizio?


Martedì pomeriggio, mi sono ritrovato a girare attorno a Wembley, osservando tutti i preparativi per l’imminente finale di Champions League che si disputerà sabato sera. La sensazione della grande attesa è palpabile ovunque, e appena ho visto all’interno dello stadio i simboli del Bayern Monaco e del Borussia Dortmund, la voglia di finale è cresciuta anche dentro di me.

Non è solo l’idea che tutto il mondo guarderà questa partita e il fatto che si sfideranno due squadre dello stesso Paese, ma anche il fatto di capire se questa rivalità fra Bayern e Dortmund sta arrivando alla fine, oppure è soltanto all’inizio.

Molti ritengono maggiormente valida la prima opzione e danno delle giustificazioni a questo. Innanzitutto sabato scorso, il Borussia Dortmund è stato battuto in casa dall’Hoffenheim, mentre il Bayern ha vinto in casa del Borussia Moenchengladbach, portando a 25 punti il vantaggio in classifica del bavaresi nei confronti del Dortmund, arrivato comunque secondo. A questo poi dobbiamo aggiungere che da luglio Pep Guardiola diventerà allenatore del Bayern  e che il talentino del Dortmund Mario Götze, farà anche lui parte della squadra bavarese. Tutti indizi che ci portano a dire che il Bayern potrebbe diventare invincibile.

Tuttavia, non possiamo sottovalutare il lavoro fatto da Jurgen Klopp al Borussia in questi anni, la sua capacità di motivare e rigenerare giocatori. Molti pensavano che la partenza nel 2011 di Sahin verso il Real Madrid, avrebbe rappresentato una gravissima perdita per il club, ma non è stato così. Anzi, dopo che il giocatore è tornato a Dortmund 18 mesi dopo, non ha più trovato nemmeno il posto da titolare. Ho incontrato Klopp a febbraio, dopo la partita con il Moenchengladbach, e lui stesso mi ha detto:” non è cambiato molto all’interno del club, solo il fatto che i giocatori che già c’erano, sono diventati più bravi e maggiormente consapevoli della propria forza”. I giocatori del Borussia Dortmund sono diventati più maturi, nonostante anche in questa stagione sia stato perso un altro pezzo da novanta come Kagawa.

Quanto fatto dal Borussia Dortmund nel 2011 e nel 2012, ha stimolato anche il Bayern a fare ancora meglio e quindi a investire ancor più sul mercato rispetto a quanto fatto in precedenza. Così che la scorsa estate è arrivato Javi Martinez, pagato €40M, che è andato a formare una fantastica coppia di centrocampisti con Schweinsteiger.

Il Bayern ora aspetta Pep, mentre il Dortmund dovrà cercare di capire dove spendere i €37M che riceverà dagli avversari per Götze e per ora si è assicurato De Bruyne, quest’anno in prestito al Werder Brema dal Chelsea. In questa stagione e nelle prossime, queste due squadre spenderanno i loro soldi su mercati diversi, avendo anche possibilità di spesa diverse, ma questo non impedirà, che Bayern e Borussia Dortmund, diano inizio a una rivalità simile a quella che i bavaresi avevano con l’altro Borussia- Moenchengladbach- durante gli anni Settanta.