La Roma di Garcia può essere davvero da scudetto?


C'è la Roma lassù, e da ieri sera, dopo il pareggio casalingo del Napoli con il Sassuolo, i giallorossi sono soli in testa e lo rimarranno almeno fino al prossimo weekend, indipendentemente dal risultato di Inter-Fiorentina di stasera.

Garcia sembra aver compiuto un miracolo in pochi mesi e ancor oggi parla di obiettivo Europa per la sua squadra. Dopo una partenza del genere e quello che ha fatto vedere finora la Roma, dove possono realisticamente arrivare i giallorossi? Soprattutto, possono davvero essere una delle contendenti per lo scudetto?

Perchè si

I giallorossi hanno fatto la miglior partenza in campionato di sempre. Nemmeno negli anni degli ultimi due scudetti (1982-83 e 2000/01) erano partiti così sparati. Sono passate appena cinque giornate, ma la Roma ha totalizzato 15 punti, segnando 12 gol e subendone solo 1. 

La squadra sempra rigenerata rispetto al finale della scorsa stagione. Nonostante le cessioni di giocatori importanti come Marquinhos, Osvaldo e Lamela, altri di valore ne sono arrivati (Benatia, Strootman, Maicon, De Sanctis, Ljajic, Gervinho) e ora la squadra sembra più equilibrata e convinta dei propri mezzi.

Da considerare poi, che la qualità c'era anche l'anno scorso e se Totti continuerà a giocare in questa maniera e verrà gestito in modo corretto e oculato da Garcia, siamo sicuri che la Roma dovrà porsi limiti?

L'allenatore Garcia, appunto. Dopo gli esperimenti falliti con Luis Enrique e Zeman, il tecnico francese sembra proprio essere l'uomo giusto al posto giusto, quello che " ha rimesso la chiesa al centro del villaggio".

Perchè no

Stiamo parlando di una piazza dove il rischio "combustione" è sempre possibile. Il derby è stato superato di slancio, ma siamo sicuri che alla prima difficoltà il castello non rischi di crollare come è successo tante volte in passato?

La Roma finora ha battuto la Lazio nel derby, poi ha superato Livorno, Verona, Parma e Sampdoria. Potrebbe essere prematuro parlare di scudetto, visto che si devono ancora affrontare tutte le big. Fra una settimana ci sarà la partita con l'Inter, poi arriveranno anche quelle con Napoli e Juventus e forse solo dopo quelle sfide si potrà capire se la Roma è davvero da vertice.

La Roma, come l'Inter, potrà in qualche modo beneficiare del fatto di non giocare le coppe europee, e dal punto di vista fisico questo sarà un indubbio vantaggio. Ora i giallorossi vincono e anche chi va in panchina non mugugna. Ma alle prime difficoltà cosa succederà? Garcia non avrà la possibilità di ruotare i giocatori fra campionato e coppa e, durante la stagione, potrebbe essere chiamato a fare delle scelte difficili.

Se vuoi scommettere su Roma-Bologna, clicca qui