La vicenda del Pallone d'Oro, rischia di mettere la FIFA in ridicolo


I premi individuali, quando vengono assegnati per degli sport di squadra, sono piuttosto illogici. Noi qui vogliamo comunque applaudire la FIFA, per aver tolto ogni legittimazione al Pallone d'Oro.

Quello che una volta era un premio prestigioso assegnato dalla rivista francese France Football, ora è diventato un gioco nelle mani di Blatter, che lo gestisce un pò come vuole.

Le votazioni per il Pallone d'Oro si sarebbero dovute chiudere lo scorso venerdì, e quasi certamente la vittoria sarebbe andata a Franck Ribery. Nessuno avrebbe potuto parlare di ingiustizia, visto che nel 2013, il francese con il Bayern ha vinto la Bundesliga, la Coppa di Germania e la Champions League. Sfortunatamente per Ribery però, ora la FIFA ha deciso di riaprire le votazioni, invitando tutti i delegati a ripetere il loro voto. E' abbastanza divertente notare, che l'annuncio della riapertura delle votazioni è stato fatto dopo l'incredibile prestazione di Cristiano Ronaldo contro la Svezia, che ha permesso ai portoghesi di raggiungere i Mondiali brasiliani.

Ora, per essere chiari, noi crediamo che Ronaldo non sia soltanto il calciatore più grande della sua generazione, ma probabilmente è uno dei più grandi della storia del calcio, e finora ha vinto solo un Pallone d'Oro, perchè si è trovato di fronte Lionel Messi, ma onestamente in almeno un'altra occasione, avrebbe potuto rivincere il portoghese. 

Il punto però non è questo. Il fatto è che le votazioni erano già state chiuse, e i delegati avrebbero dovuto già tutti votare. Non si può cambiare le regole in corsa solo perchè non si è raggiunto il risultato che si voleva, o si sperava.

La FIFA ha giustificato la sua decisione di riaprire le votazioni, dicendo che pochi votanti avevano già espresso una preferenza. Abbiamo chiesto di avere una visibilità su chi avesse votato e su quale era stato il dato dell'affluenza, ma non ci hanno mai risposto. Può quindi un'organizzazione rispettata e rispettabile come la FIFA cambiare le regole in corso? Noi crediamo proprio di no.

Molti ritengono che riaprendo le votazioni, Sepp Blatter abbia voluto in qualche modo rimediare all'imitazione fatta di Ronaldo davanti all'Associazione degli Studenti di Oxford (video sopra). In verità, noi l'abbiamo trovata abbastanza divertente- la cosa forse più divertente che Blatter ha fatto da quando è alla FIFA- ma Ronaldo ovviamente non l'ha presa bene e ha scritto sulla sua pagina Facebook che "questa è la considerazione che ha di me, del mio club e del mio Paese. Ora capisco molte cose".

Sicuramente Blatter non avrebbe potuto sopportare di avere una delle superstar del calcio mondiale, una delle stelle più ricercate dagli sponsor, contro di se. Ha bisogno che i più grandi lo amino e lo rispettino. 

Ronaldo probabilmente meriterebbe di vincere il Pallone d'Oro, ma non stiamo discutendo di questo. Stiamo dicendo che non si può cambiare delle regole in corso solo perchè lo vuole il "Capo", a meno che non si voglia andare a finire nel ridicolo.