L'anticipo di Serie B: Novara-Pescara


Era nell’aria, e in settimana è arrivato. Dopo tredici punti in 14 partite e con la squadra al quartultimo posto in classifica, il Novara ha deciso di esonerare Aglietti e di sostituirlo con Calori.

Il nuovo allenatore si troverà di fronte un compito non facile, visto che i piemontesi non vincono da dieci partite e arrivano dalla sconfitta per 2-1 subita sul campo del Trapani. In casa novarese non è arrivato solo un nuovo tecnico però, ma ieri è stato ufficializzato anche il nome del nuovo direttore sportivo, con Fabrizio Larini che assume l’incarico ed esordirà anche lui stasera nel nuovo ruolo, nella partita interna con il Pescara.

Calori potrebbe cambiare qualcosa anche tatticamente, e sta pensando di partire subito con la difesa a tre. Non cambierà però nulla in attacco, dove Gonzalez e Rubino sono confermati di punta.

Marino sembra aver invece trovato la quadratura del cerchio per la sua squadra, e il Pescara è imbattuto nelle ultime quattro partite, dove ha ottenuto tre vittorie e un pareggio. Gli abruzzesi sono reduci dal 2-1 interno sulla Ternana, e Marino stasera confermerà come al solito il 3-4-3, con Cutulo, Mascara a e Ragusa come attaccanti.

Il rendimento del Novara in casa è migliore rispetto a quello in trasferta (solo una sconfitta in casa rispetto alle quattro fuori), mentre gli abruzzesi in trasferta sono andati a corrente alternata (2 vittorie, 2 sconfitte e 2 pareggi).

Le due squadre non si affrontano al Piola dalla stagione 2009/10, sempre in Serie B, e in quell’occasione uscì un pareggio per 1-1.

Il Novara gioca davanti al suo pubblico e, vista anche la situazione di classifica, è chiamato alla vittoria. Noi crediamo alla svolta positiva che può dare l’arrivo di Calori, e puntiamo sul segno 1 dato a 2.50.

Novara 2.50, pareggio 3.20, Pescara 2.70

Se vuoi scommettere su Novara-Pescara, clicca qui