Le due facce della Capitale: Lazio e Roma tornano al lavoro con umori completamente diversi


 

Roma e Lazio sono tornate la lavoro, ma la Coppa Italia, e il finale della scorsa stagione, hanno lasciato il segno, così che gli umori dei tifosi sono completamente diversi...

 

La Lazio presenta le nuove maglie e la festa continua...

Ieri sera in Piazza San Silvestro, la Lazio ha presentato le nuove maglie per la stagione 2013/14 ed è stata l'ennesima occasione per i tifosi per continuare a festeggiare la vittoria della Coppa Italia, ottenuta ai danni della Roma lo scorso 26 maggio. La squadra parte così per il ritiro di Auronzo di Cadore con un carico di entusiamo che non si era visto nelle stagioni precedenti.

Un nuovo Lotito. Ora spende

Nuova stagione e nuova Lazio, ma soprattutto un nuovo Lotito, che non si limita più solo a far quadrare i conti ma ha deciso di investire in maniera importante sul mercato. Già 19,9 i milioni di euro spesi nella campagna trasferimenti, con il 20enne brasiliano Felipe Anderson, come fiore all'occhiello da presentare ai tifosi per la nuova stagione. Lotito e Tare però non si vogliono fermare e, dopo aver smentito qualsiasi trattativa tra Hernanes e il PSG, hanno come prossimo obiettivi Matri, Finnbogason (islandese dell'Heerenveen), lo spagnolo Michu (attaccante dello Swansea) e il turco Yilmaz (pista che si è un pò raffreddata).

 

Garcia deve rivitalizzare il gruppo e ridare speranza ai tifosi

Umori completamente diversi sulla sponda giallorossa della capitale. Eloquente lo striscione apparso ieri fuori da Trigoria:" 26.05.2013 Noi non dimentichaimo, avete infangato la Roma". Parte subito in salita quindi il nuovo corso dell'allenatore francese Rudi Garcia. Non hanno aiutato poi, le intercettazioni uscite riguardanti le telefonate fra il ds Sabatini e l'ad Fenucci (ripresa da noi dalla Gazzetta dello Sport) nelle quali si annuncia in pratica l'addio di Osvaldo, e la cessione di uno fra Marquinhos e De Rossi. Il capitano Totti si è presentato però a Trigoria in gran forma e fiducioso, dichiarando:" spero che il nuovo tecnico entri subito nella mentalità della Roma".

Tifosi infuriati. La sconfitta in Coppa Italia con la Lazio non è stata perdonata

Ieri all'arrivo dei giocatori, cì stata contestazione da parte dei tifosi (anche se civile con nessun caso spiacevole da segnalare). I più contestati Pjanic e Castan, mentre sono stati risparmiati solo il nuovo tecnico Garcia, Totti e il nuovo acquisto Benatia. Attacchi duri nei confronti della dirigenza, con Sabatini accusato di essere la rovina della Roma. Garcia è comunque fiducioso, ma ha già capito in che ambiente dovrà iniziare a lavorare.