Milan e Fiorentina: ne resterà solo una...


La Serie A 2012/13 chiude i battenti domenica prossima. Tutti i verdetti principali son ormai scritti- scudetto alla Juventus; Pescara, Siena e Palermo in Serie B- e rimangono da stabilire solo alcune posizioni relative alle partecipazioni alle prossime coppe europee.

Ieri sera il Milan non ha chiuso il discorso relativo al terzo posto valevole per i preliminari di Champions, così che tutto si deciderà domenica prossima. Vediamo più nel dettaglio quali sono le possibilità di Milan e Fiorentina, nella volata che potrebbe cambiare, in un senso o nell’altro, il mercato estivo delle due squadre:

 

Milan 69 punti

Nonostante il passo falso di ieri con la Roma- pareggio per 0-0 in casa con più di un tempo giocato in dieci per l’espulsione di Muntari- il Milan ha tutto ancora nelle proprie mani. Deve vincere a Siena per chiudere i giochi, indipendentemente da quello che farà la Fiorentina a Pescara. Il Siena è già retrocesso e quindi i rossoneri potrebbero avere la strada spianata nella prossima trasferta toscana. Probabilmente però, non sarà così. Il Siena ieri è sceso in campo a Napoli sapendo già di essere retrocesso, ma ha comunque giocato la sua partita, andando in vantaggio con Grillo e perdendo poi solo al 90° per un gol di Hamsik. A Siena tra l’altro, non è la prima volta che si decidono i destini di una squadra milanese. Solo tre anni fa infatti, l’Inter di Mourinho e del futuro Triplete, arrivò a Siena, contro una squadra già retrocessa, con l’assoluta necessità di vincere per non farsi scavalcare dalla Rom. Lo fece, anche se con fatica, grazie a un gol segnato da Milito al 12° della ripresa. In più dobbiamo considerare che la pressione sarà tutta sul Milan (che deve per forza vincere, il pareggio non serve, visto che a parità di punti arriverebbero terzi i viola per gli scontri diretti), che in questo momento sta presentando dei giocatori stanchi e un gioco per nulla brillante. Conterà la tranquillità che l’allenatore e la società sapranno infondere in questa settimana di lavoro a Milanello, oltre che una certa tranquillità e rilassatezza anche in campo, soprattutto in uomini come Balotelli, Mexes e Boateng, che nelle ultime partite sono apparsi un po’ troppo su di giri (senza considerare Muntari, che domenica non ci sarà per squalifica). Di seguito le quote per la decisiva partita di Siena:

Siena 12.00 pareggio 6.50 Milan 1.20

 

Fiorentina 67 punti

I ragazzi di Montella sono in svantaggio in classifica, ma avranno la forza della tranquillità. L’Europa League già acquisita, ieri è stata festeggiata al Franchi dopo la vittoria con il Palermo e, se domenica non dovesse arrivare la Champions, la seconda competizione dell’Uefa non verrebbe accolta come un fallimento, ma come una conquista importante dalla quale ripartire per costruire un ciclo vincente. In più la Fiorentina sta giocando bene- anche nella partita con la Roma di settimana scorsa non meritava certo di perdere- e affronta un Pescara che invece mentalmente pare già aver mollato e anche nella partita contro il Milan dello scorso mercoledì, ha messo pochissima grinta. Gli abruzzesi nel girone di ritorno non hanno ancora vinto una partita, ma l’ultima vittoria fa un po’ rabbrividire Montella, perché risale allo scorso 6 gennaio, quando i biancazzurri espugnarono incredibilmente il Franchi per 2-0. I viola quindi scenderanno in campo senza pensare a quello che accadrà a Siena, concentrati solo sulla loro partita e sapendo che anche un pareggio sull’altro campo (e in caso di loro vittoria) li porterebbe alla conquista di un traguardo semplicemente inimmaginabile soltanto un anno fa. Di seguito le quote della partita di Pescara:

Pescara 9.50 pareggio 5.00 Fiorentina 1.30