Milan- Napoli story: Quando c'erano Gullit e Maradona.......


 

 

Domenica sera il posticipo di Serie A vedrà di fronte Milan e Napoli, che sono in lotta per il secondo posto in classifica, valevole per la qualificazione in Champions League, non passando dai preliminari.

Questa sfida è diventata un classico a partire dagli anni Ottanta, da quando, prima Maradona e Careca da una parte, e poi Gullit e Van Basten dall’altra, hanno iniziato ad entusiasmare i tifosi.

Vediamo di seguito questi tre Milan-Napoli, che per motivi diversi sono entrati nell’immaginario dei tifosi:

Milan-Napoli 1-2 1985/86

In questa stagione, lo scudetto se lo contendono Juventus e Roma, e Milan e Napoli arrivano allo scontro diretto a San Siro nel finale di stagione. E’ il penultimo Milan di Liedholm, che per questa partita schiera addirittura quattro punte: Hateley, Virdis, Paolo Rossi e Macina (che si diceva che a inizio carriera fosse più forte di Mancini). Il Napoli di Bianchi però non si impressiona e va in vantaggio con Giordano nel primo tempo, Sempre nella prima frazione arriva il raddoppio di Maradona, uno dei  gol più belli della sua carriera a nostro avviso. Il Pibe controlla palla al limite e, dopo finte e controfinte, infila Terraneo da fuori area. I rossoneri accorceranno le distanze con una punizione di Di Bartolomei, ma sarà il Napoli ad uscire vincitore dal Meazza. Alla fine della stagione gli azzurri saranno terzi, il Milan invece con il settimo posto, non otterrà nemmeno la qualificazione alla Coppa Uefa. Ado oggi, quella rimane l'ultima vittoria del Napoli in casa del Milan.

 

 

 

 

Milan-Napoli 4-1 1987/88

E’ il primo Milan di Sacchi e, dopo questa partita, la squadra prende consapevolezza che è possibile vincere il campionato. Il Napoli arriva a San Siro con lo scudetto sul petto, e va in vantaggio con un gol di Careca su assist di Maradona. Da li in poi però, è solo Milan. Prima pareggia Colombo su passaggio di Gullit, poi Virdis porta in vantaggio i rossoneri. Nel secondo tempo Ruud Gullit, fresco di Pallone d’Oro, elude l’uscita di Garella e segna il terzo gol. Sarà poi Donadoni a completare la goleada. Alla fine della stagione, il Milan vincerà il primo scudetto dell’era-Berlusconi, proprio vincendo al ritorno sul campo del Napoli.

 

 

 

Milan-Napoli 2-2 1992/93

E’ ancora il Milan degli “olandesi” (anche se Van Basten salterà praticamente metà stagione e non tornerà più a giocare a calcio), ma non è più il Napoli di Maradona. Il Milan sta proseguendo la sua striscia di imbattibilità- che si interromperà un mese dopo con la sconfitta interna con il Parma- mentre il Napoli si è un po’ ripreso dopo una partenza difficile. Sono però gli azzurri a segnare due gol nel primo tempo con Careca, e a far vacillare l’imbattibilità rossonera. Nel secondo tempo ci penserà Lentini con una doppietta (splendido il primo gol in rovesciata) a riportare il match in parità. Alla fine della stagione il Milan vincerà il secondo scudetto consecutivo con Capello in panchina, mentre i partenopei si classificheranno 12°, a metà classifica.