Olanda-Messico: la parola agli esperti!


Fortaleza oggi sarà lo scenario della sfida fra Olanda  e Messico  . I nostri esperti Mohamed Moallim e Jonny Rico Aviles ci dicono come finirà.

Le ultime dai campi

Mohamed Moallim sull'Olanda: Come al solito, tutte le attenzioni saranno concentrate sul modulo che Van Gaal deciderà di utilizzare con il Messico, e tutti gli indizi portano alla conferma del 5-3-2 utilizzato già con Spagna e Cile. Van Persie torna dal primo minuto dopo un turno di squalifica, ma Leroy Fer- che subentrato dalla panchina ha sbloccato il risultato ocntro il Cile- sarà fermo per infortunio. Bruno Martins Indi ha recuperato da un problema fisico, mentre Wijnaldum, manterrà il suo posto da titolare a centrocampo.

Jonny Rico Aviles sul Messico: Il Messico arriva agli ottavi con tanta fiducia e con la voglia di scrivere la storia. Dovrà farlo però senza Jose Juan Vazquez, fermato per un turno dal giudice sportivo. Sarà Salcido a prendere il suo posto come centrocampista difensivo. L'ex centrocampista di PSV e Fulham, è un laterale di sinistra, ma ha già giocato al centro per la nazionale messicana alle Olimpiadi di Londra del 2012, quando El Tricolor vinse in finale con il Brasile. 

Stato di forma

Mohamed Moallim: "Una macchina programmata per vincere", questa è l'Olanda nelle parole di Wijnaldum. Van Gaal è sempre stato chiaro: vincere è più importante che giocare bene. Il tecnico olandese non si cura delle critiche che gli arrivano dall'Olanda- si è parlato di "poldercatenaccio", catenaccio all'olandese- e l'incontro con il Cile è stato un'altra dimostrazione dell'essenzialità degli Oranje. L'Olanda anche in quell'occasione, ha sfruttato le ripartenze. Gli olandesi non saranno belli a vederis ma, come ha detto Van Gaal, la storia la scrivono i vincitori.

Jonny Rico Aviles: Il Messico arriva dalla bella prestazione contro la Croazia. Nelle prime due partite del girone, i messicani avevano fatto fatica in attacco (un solo gol segnato), ma nell'ultima partita ne hanno messi a segno tre e sono stati molto convincenti. Difensivamente finora la squadra di Herrera ha fatto bene, ma oggi gli olandesi saranno un test duro. Una delle debolezze croniche di questo Messico, rimane la capacità di difedere sulle situazioni da fermo e, contro il Brasile, è servita una prestazone super da parte del portiere Ochoa per non incorrere in una sconfitta.

Il parere degli allenatori

Louis van Gaal (Olanda): "L'importante è vincere, quindi utilizzerò la tattica che ci aiuterà a farlo...è la mia idea di calcio".

Miguel Herrera (Messico): “Questo è il tipo di pressione che ci piace avere addosso, entrambe le squadre vogliono vincere. Se non vinceremo, andremo a casa. Son sooddisfatto per come abbiamo difeso finora, visto che abbiamo subito un solo gol". 

Gli uomini chiave

Mohamed Moallim: Arjen Robben sembra avere un conto in sospeso con i Mondiali, e vuole vendicarsi dagli errori fatti nella finale di Johannesburg di quattro anni fa. Nelle prime tre partite, l'ala del Bayern Monaco ha segnato tre gol, e contro il Cile ha servito un assist decisivo. L'Olanda dovrà cercare di servire il suo giocatore più talentuoso il più possibile, perchè i suoi dribbling e le sue accelerazioni, metteranno in difficoltà la difesa messicana. 

Jonny Rico Aviles: Il portiere Ochoa è stato decisivo nello 0-0 contro il Brasile, e oggi dovrà fare altrettanto quando si troverà di fornte a Robben e Van Persie. 

 

Consiglio di scommessa

Mohamed Moallim: Con una media di 3.3 reti ad incontro, e con Van Persie (12 gol nelle ultime 13 partite), Robben (8 nelle ultime 9) e Depay (2 in 2) che oggi partirà dalla panchina, penso che si possa puntare sull'over 1.5 degli olandesi a 2.18

Jonny Rico Aviles: Entrambe le squadre a rete a 1.87.