Parte quest'estate l'International Champions Cup!


La notizia dalle nostre parti è passata quasi inosservata, me nelle intenzioni degli organizzatori, potrebbe cambiare il modo di fare calcio (per i grandi club) durante il periodo estivo.

L’amministratore delegato della RSE Ventures, Stephen Ross- che è anche proprietario della squadra di football americano dei Miami Dolphins- ha dichiarato alla Reuters che quest’estate avrà luogo la International Champions Cup, un torneo fra otto top team europei e statunitensi.

Il torneo avrà luogo negli Stati Uniti e sarà organizzato con partite ad eliminazione diretta. Da anni però, molte squadre europee vanno abitualmente negli Stati Uniti per giocare tourneè e partite amichevoli, e quindi dove sta la novità?

Innanzitutto sta nel fatto che si tratta di un torneo ad eliminazione diretta, ci saranno parecchi quattrini in ballo, e le squadre che per ora hanno confermato la partecipazione sono: Juventus (anche se per ora in via ufficiosa, secondo quanto ci ha riferito personalmente Luca Casassa, responsabile comunicazione dei bianconeri), Inter, Real Madrid e Los Angeles Galaxy. Le trattative sono poi ben avviate con Milan, Galatasaray e un paio di club di Premier League. Il torneo verrà coperto integralmente dall’emittente americana Fox Sports.

E’ però Charlie Stillitano, responsabile della divisione “soccer” della RSE a spiegare in un’intervista alla Reuter la vera novità:” La vera differenza è che questa volta si tratta di un vero torneo. Lo so che in passato ci sono state parecchie amichevoli, ma quello che vogliamo fare ora è portare un po’ di Champions League anche qui negli Stati Uniti, in un periodo nel quale i maggiori campionati europei sono fermi. I club che si sono finora mostrati interessati ci hanno dato piena disponibilità e ci hanno detto che arriveranno qui con l’intenzione di vincere un trofeo”.

La conferma arriva anche da Emilio Butragueno, direttore delle relazioni istituzionali per il Real Madrid:” quando un giocatore indossa la maglia del Real Madrid l’impegno deve essere sempre massimo, certo se poi c’è un torneo da giocare con qualcosa in palio di importante, questo dovrà rappresentare una motivazione in più per i giocatori”.

Staremo a vedere, ma con l’International Champions Cup, potrebbe scomparire definitivamente il periodo di preparazione pre-stagionale dei grandi club, che dovranno imparare ad allenarsi giocando. Vedremo in futuro se questo potrà rappresentare un bene oppure no.