Perchè Thiago Silva è il miglior difensore al mondo


 

Qualche giorno fa Joey Barton, in uno dei suoi frequenti tweet, ha scritto che Thiago Silva è l’ennesimo “giocatore brasiliano sopravvalutato” e l’ha bollato come “grasso”. Ieri sera, dopo la prestazione dell’ex giocatore del Milan contro il Barcellona, Barton deve aver cambiato idea. In effetti, dopo la partita ha twittato che Thiago è stato “immenso”, sottolineando poi che si è trattato probabilmente della “prestazione della sua vita”.

Giocare una partita così con il Barcellona, sta a significare che siamo davanti a un fuoriclasse. Thiago Silva non è solo fantastico nel suo ruolo, ma è quel tipo di giocatore in grado di migliorare le prestazioni anche dei compagni che giocano al suo fianco.

Carlo Ancelotti, quando ha deciso di dargli la fascia di capitano del PSG, non ha certo guardato alla nazionalità. Ieri sera, quando Xavi ha segnato il rigore che ha dato ancora il vantaggio al Barcellona, è stato Thiago Silva a spronare i suoi compagni a provarci ancora, e quel braccio messo sulla spalla di Matuidi per spingerlo all’ultimo sforzo è stato significativo. E’ stato proprio Matuidi infatti a segnare a tempo scaduto il gol del pareggio, e in precedenza invece, era stato proprio Thiago Silva a prendere un palo con un colpo di testa, nell’azione poi finalizzata in gol da Ibrahimovic.

Comunque, il momento nel quale Thiago Silva ha mostrato per l’ennesima volta di essere un giocatore di classe mondiale, è stato a metà del primo tempo. In quella fase della partita, Messi ha cominciato a fluttuare tra il centrocampo e l’attacco- come fa spesso- ma il brasiliano non è mai andato in difficoltà, sempre pronto a fare il movimento giusto e poi a opporsi con il corpo sui tiri degli avversari.

L’arrivo di Thiago Silva al PSG tra l’altro è stato abbastanza tumultuoso. Al’inizio dell’estate infatti, il Milan l’aveva considerato incedibile, cambiando poi idea e cedendo sia lui che Ibrahimovic. Così, dopo le Olimpiadi,il brasiliano è arrivato a Parigi appena prima dell’inizio della Ligue 1, perdendo tutta la preparazione.

Barton forse ha ragione quando sostiene che Thiago Silva è spesso infortunato- ha giocato diciotto partite su trenta- ma l’assenza di un’adeguata preparazione ha assolutamente pesato sulla sua forma fisica.

L’importante però, è che quando il PSG ha avuto bisogno di Thiago Silva, il brasiliano c’è sempre stato. E’ tornato in campo dopo un infortunio negli ottavi contro il Valencia, ed è stato il migliore in campo, ed oggi, se diamo ancora possibilità ai parigini di arrivare in semifinale, molto dipende da lui e da quello che sarà in grado di fare anche al Camp Nou.