Posticipo Serie A: Inter-Bologna preview


L’Inter arriva a questa importante partita con il Bologna, dopo la scoppola subita in Europa League a Londra con il Tottenham, che ha incrinato le poche certezze che erano state riacquisite dopo la rimonta di Catania. Il Bologna invece, a 11 punti di vantaggio sulla zona retrocessione e sta giocando un buon calcio.

Team news

Stramaccioni dovrà fari i conti con la solita scarsità di mezzi in attacco e questa volta dovrebbe essere Palacio a partire dall’inizio, con cassano in panchina. Non ci sarà per squalifica il portiere Handanovic, una perdita grave, se consideriamo che nelle ultime partite è sempre stato il protagonista principale nelle fila nerazzurre. Ranocchia e Guarin sono ormai completamente recuperati, e partiranno entrambi dal primo minuto. Pioli schiererà i suoi con il 4-2-3-1, con Gilardino unica punta e Diamanti dietro di lui. Conferma per il greco Christodouloupoulos, decisivo nella partita casalinga con la Fiorentina. Per squalifica mancherà invece l’atro greco, Konè.

Stato di forma

L’Inter in Europa League, è stata surclassata da un punto di vista fisico e psicologico dal Tottenham. Per l’ennesima volta, la squadra ha sbagliato l’approccio alla partita. La squadra è giù di forma e il morale, dopo il bel secondo tempo di Catania, è tornato a essere molto basso. Il Bologna sta vivendo invece un ottimo periodo di forma e la squadra sta anche giocando bene. Finora in trasferta ha messo in difficoltà parecchie “grandi”.

Testa a testa

All’andata l’Inter vinse a Bologna per 3-1, ma era un’altra Inter, molto più motivata e in lotta per il vertice. Le due squadre quest’anno si sono già affrontate a San Siro per i quarti di Coppa Italia, e l’hanno spuntata i ragazzi di Stramaccioni ai supplementari, grazie a un gol di testa di Ranocchia al 119°.

Quote

L’Inter parte favorita con una quota vittoria di 1.78. Attenzione però anche alla quota pareggio a 3.40. I nerazzurri hanno giocato giovedì in Europa League e non stanno attraversando un buon periodo. A differenza dei rossoblù, che devono però migliorare nelle loro prestazioni esterne.