Premier League, Arsenal-Everton: la sfida tattica


Entrambe le squadre arrivano a questa partita in un ottimo stato di forma. L'Everton nel turno infrasettimanale ha vinto addirittura in casa del Manchester United, mentre l'Arsenal continua la sua marcia regolare in testa alla Premier League, e in casa finora ha perso solo all'esordio con l'Aston Villa.

La squadra di casa è data favorita a 1.69, con la vittoria dell'Everton bancata invece a 5.30.

Possibili formazioni

L'Arsenal ritrova Walcott per questa partita, ma dovrà fare a meno sia di Flamini che di Sagna.

L'Everton sarà ancora senza Baines e quindi sarà ancora Oviedo a partire titolare. Kone e Gibson saranno ancora fuori, così che scenderà in campo praticamente la stessa squadra che ha battuto il Manchester United.

L'approccio aggressivo dell'Everton

L'Everton quest'anno sembra più aggressivo di quanto non lo fosse con Moyes. I Blues giocano di più la palla, soprattutto a centrocampo, e usano meno il lancio lungo rispetto alla scorsa stagione.

Le partite di Old Trafford e il pareggio per 3-3 nel derby con il Liverpool, sono li a dimostrare il differente approccio, e siamo sicuri che la squadra di Martinez non andrà all'Emirates per parcheggiare il pullman davanti alla porta. L'Everton tende spesso a giocare sulle fasce ( e lo farà anche con l'Arsenal, anche se non ci sarà Baines), cercando quindi di allargare il gioco e creare problemi ai Gunners.

Ad Old Trafford, l'Everton ha tirato per 15 volte in porta, tre sole volte meno dei padroni di casa. Bryan Oviedo è stato particolarmente efficace, e potrebbe creare problemi alla squadra di Wenger come ha fatto con il Manchester United.

L'Arsenal sarà senza ali, ma il ritorno di Walcott aiuterà la squadra ad allargare il gioco. Theo però, oltre ad attaccare, dovrà cercare anche di non lasciar scoperta la fascia, perchè dalla sua parte Oviedo e Pienaar, potrebbero fare davvero male. Sulla fascia destra, Coleman potrebbe dare assistenza a Mirallas e mettere in difficoltà Cazorla, che in fase di attacco tende spesso a partire a sinistra per poi accentrarsi:

Come possiamo vedere dal grafico sopra, nella partita contro il Norwich, Cazorla è partito a sinistra, per poi accentrarsi e giocare quasi sempre da trequartista. Facendo ciò, lo spagnolo potrebbe lasciare troppo solo Gibbs alle sue spalle, così che Coleman e Mirallas potrebbero attaccarlo e metterlo in difficoltà. 

L'Arsenal ha trovato una nuova stabilità difensiva

Pochi, ad inizio stagione, pensavano che dopo 14 giornate l'Arsenal avrebbe avuto la miglior difesa della Premier League. I Gunners hanno concesso finora solo 10 reti e sono sempre apparsi solidi. L'Arsenal ha mantenuto la porta involata in cinque degli ultimi sei incontri, perdendo solo per 1-0 in casa del Manchester United, una partita nella quale era assente Mertesacker. 

La bravura nel gioco aereo di Koscielny e Mertesacker è stata finora un punto di forza, e oggi per loro Romelu Lukaku sarà un bel test da affrontare. Il difensore tedesco, quest'anno ha vinto il 67% dei duelli aerei, ma oggi troverà l'attaccante belga che è più mobile di lui, e potrà metterlo in difficoltà anche dal punto di vista fisico. 

Conclusione

Unibet da favoriti i padroni di casa che hanno vinto sei delle ultime sette partite e non perdono all'Emirates in Premier League, dalla prima partita di campionato lo scorso agosto. L'Everton però, arriva dalla vittoria di Old Trafford e, se gli uomini di Martinez riusciranno ad uscire vincenti anche oggi, diventeranno per certo una delle candidate più serie al quarto posto, che vorrebbe dire preliminari di Champions League.

Se vuoi scommettere su Arsenal-Everton, clicca qui