Qualificazioni mondiali zona europea: Il Portogallo torna in corsa, mentre la Croazia crolla in casa


E’ stato un venerdì di partite di qualificazioni mondiali in Europa e, prima della ripresa di settembre, già si possono tirare alcune conclusioni.

Vediamo nel dettaglio, gruppo per gruppo, cosa è successo nei nove gironi della qualificazioni mondiali zona Europa:

Gruppo A

Una delle sorprese più grandi è arrivata proprio dal gruppo A. Belgio e Croazia si stanno giocando in un testa a testa molto serrato il primo posto, ma ieri gli uomini di Stimac sono crollati sorprendentemente in tasca con la Scozia, fanalino di coda. Ha deciso un gol di Snodgrass nel primo tempo e ora la Croazia dovrà puntare tutto sullo scontro diretto che giocherà in casa con il Belgio, il prossimo 11 ottobre. I belgi, dal canto loro, hanno fatto il loro dovere e hanno battuto in casa la Serbia (2-1) e ora comandano la classifica, solitari al primo posto, con tre punti di vantaggio sui croati.

Gruppo B

E’ il gruppo degli Azzurri, e ieri gli uomini di Prandelli sono stati davvero fortunati ad uscire imbattuti da Praga. La Repubblica Ceca ha giocato meglio rispetto a un’Italia svogliata e fuori forma, e solo Buffon ha salvato lo 0-0 finale. Il punto però serve agli Azzurri, che ora guidano il gruppo con 4 punti di vantaggio sulla Bulgaria, a parità di partite giocate. Martedì si giocherà Danimarca-Armenia, ma i padroni di casa, anche in caso di vittoria, raggiungeranno al massimo i cechi al terzo posto, a cinque punti dall’Italia.

Gruppo C

Un’altra sorpresa è arrivata da questo gruppo, dove l’Austria ha battuto a domicilio la Svezia (2-1) mettendo nei guai Ibrahimovic e compagni. La Germania è ormai sicura del primo posto, ma gli austriaci, insieme a Svezia e Irlanda, si stanno giocando la seconda piazza, valevole per il playoff. Sempre ieri, i ragazzi del Trap, hanno battuto le far Oer per 3-0, agguantando l’Austria al secondo posto.

Gruppo D

Ieri non si è giocato nel Gruppo D, dove l’Olanda è saldamente in testa con 18 punti, con 7 punti di vantaggio sull’Ungheria seconda, e 8 sulla Romania terza.

Gruppo E

Questo è uno dei raggruppamenti più equilibrati. Oggi la Svizzera può consolidare il primo posto, in caso di vittoria con Cipro. Ieri, la Norvegia è stata salvata nel finale da un gol di Hogli, dopo che gli albanesi erano andati in vantaggio con Rama. Entrambe le squadre restano in corsa per la seconda piazza.

Gruppo F

Il Portogallo è ancora vivo. Ce lo ha detto il gol di Helder Postiga, che ha permesso alla squadra di Bento di battere la Russia a Lisbona e porsi al momento in testa al girone. I ragazzi di Capello però, hanno due partite in meno e, prima di settembre, potrebbero già aver ripreso la testa della classifica.

Gruppo G

In uno dei gironi più complicati, la Bosnia sembra aver preso il largo e, la netta vittoria in Lettonia (5-0), gli da la possibilità di arrivare alla pausa estiva in testa alla classifica, con tre punti di vantaggio sulla Grecia. Ieri gli ellenici sono andati a vincere, non senza difficoltà, a Vilnius con la Lituania, consolidando così il secondo posto in classifica. La Slovacchia di Hamsik è praticamente fuori. Ieri sera non è andata al di la di un pareggio per 1-1 in Liechtenstein…

Gruppo H

Ci si aspettava che il Montenegro festeggiasse la sua centesima partita con una vittoria, e invece è arrivata una sconfitta pesantissima (0-4) con l’ucraina, che potrebbe seriamente compromettere le speranze di qualificazione della piccola repubblica ex jugoslava. Inghilterra (ieri ferma), Ucraina e Montenegro, sono ancora tutte in corsa, per poter vincere il girone.

Gruppo I

Si è giocata solo Finlandia-Bielorussia (1-0), ininfluente però sulla classifica del girone. La Spagna, dopo la vittoria di marzo a Parigi con la Francia, dovrebbe concludere al primo posto, mentre i francesi sono quasi certi della seconda posizione che varrà il playoff.

 

Se vuoi scommettere su Svizzera-Cipro di oggi, clicca qui