Ricky Lambert e altri 5 giocatori che "sono tornati a casa"


L'acquisto di Ricky Lambert da parte del Liverpool, sta a significare che per il 32enne ex Southampton, ci sarà un ritorno a casa dopo 17 anni.

Lambert, da sempre un tifoso appassionato dei Reds, fu lasciato andar via dal Liverpool all'età di 15 anni e ora torna ad Anfiled dopo aver speso gran parte della sua carriera nelle leghe minori inglesi- e dopo aver lasciato anche momentaneamente il calcio per andare a lavorare in una fabbrica per la lavorazione delle barbabietole.

Fu il passaggio al Southampton nel 2009 che mise in evidenza il talento di Lambert, che ha segnato 117 gol in 235 partite con i Saints, e nel corso degli anni ha aiutato la sua squadra ad ottenere promozioni in serie, fino ad arrivare alla Premier League.

Nell'agosto scorso, ha debuttato a Wembley con l'Inghilterra, segnando un gol di testa alla Scozia e ora, dopo quattro presenze e due gol in nazionale, è stato chiamato da Hodgson per prendere parte alla spedizione in Brasile.

Lambert però, non è certo l'unico giocatore ad essere "tornato a casa". Di seguito altri cinque esempi eccellenti:

 

Marco Reus, tornato al Borussia Dortmund nel 2012 dopo sei anni passati altrove

Nel 2012, il Borussia Dortmund ha pagato Reus €17.1 milioni, soldi che i gialloneri avrebbero potuto non spendere se non lo avessero lasciato partire dalla loro squadra giovanile nel 2006.

All'età di 17 anni, Reus si era stufato di non trovare spazio con il Dortmund e decise di passare al piccolo Rot Weiss Ahlen, con cui ottenne la promozione in seconda divisione.

Nel 2009, passò poi al Borussia Moenchengladbach, da dove ritornò al Dortmund e con i gialloneri ha giocato la finale di Champions League nel 2013.

 

Thierry Henry, tornato all'Arsenal nel 2012, dopo quattro anni e mezzo passati negli Usa

Con Gervinho e Chamack impegnati in Coppa d'Africa, Wenger aveva bisogno di rinforzi per l'attacco nel gennaio del 2012, e decisi di richiamare una leggenda.

Thierry Henry, capocannoniere di tutti i tempi con l'Arsenal, tornò dopo che solo un mese prima gli avevano dedicato una statua fuori dall'Emirates, e come in una favola, segnò il gol decisivo nel suo "secondo debutto" con i Gunners contro il Leeds United in FA Cup.

Segnò tre gol in sette presenze per l'Arsenal, compreso un gol all'ultimo minuto in una partita di campionato contro il Sunderland.

 

Cesc Fabregas, tornò al Barcellona nel 2011, dopo otto anni passati a Londra

Pur se in questi giorni si mormora che potrebbe lasciare il "club che ha nel cuore" un'altra volta, furono solo sorrisi e abbracci quando Cesc Fabregas lasciò l'Arsenal per il Barcellona nell'estate del 2011.

Il centrocampista catalano aveva lasciato Barcellona all'età di 16 anni nel 2003, ma tornò con i blaugrana dopo otto anni passati ai Gunners, gli ultimi tre da capitano.

 

Robbie Fowler, tornò al Liverpool nel 2006, dopo averlo lasciato quattro anni prima

Se ne parlava già da settimane, ma nessuno credeva veramente che Robbie Fowler sarebbe tornato al Liverpool. L'attaccante soffrì in seguito a parecchi infortuni durante le sue esperienze con il Leeds e il Manchester City, e quando tornò con i Reds, nno era più il giocatore che era stato in passato.

Rafa Benitez però lo voleva in squadra, e lo prese nel gennaio del 2006. In quella stagione, il Liverpool vincerà la FA Cup, ma Fowler non potè giocare perchè era già sceso in campo nella  competizione con la sua precedente squadra.

Da quando torno al Liverpool, Fowler segnò 12 gol in 39 partite, un totale che lo ha portato ad essere il quinto cannoniere nella storia del Liverpool con 183 reti.

 

Kaka, tornò al Milan nel 2013 dopo quattro anni passati a Madrid

Il brasiliano lasciò il Milan per il Real Madrid per una cifra record nel 2009.

Kakà ha vinto la Liga e la Copa del Rey con i Blancos, ma a Madrid non ha mai raggiunto la grandezza toccata nei suoi sei anni in maglia rossonera, così lo scorso settembre è tornato al Milan.

Nel gennaio di quest'anno, Kakà ha segnato il 100° gol con la maglia rossonera nella partita di campionato contro l'Atalanta.