In sei in lotta per due posti Champions. Il campionato entra nel vivo....


La Juventus pareggia lo scontro diretto a Napoli e, come si dice sempre in questi casi, a questo punto può soltanto perdere uno scudetto che sembra voler rimanere per il secondo anno di fila nella città sabauda.

Anche la zona bassa della classifica si va delineando, con Palermo, Siena e Pescara ( tutte a 21 punti ) che cercheranno di riportare giù il Genoa (26) e forse anche Chievo e Atalanta ( 29 e 30 punti rispettivamente ) ma la situazione delle ultime tre, oggi è davvero complicata.

Così che la lotta al momento più interessante, sembra quella per i posti per la prossima Champions, che coinvolge almeno sei squadre.

Andiamo ad analizzare come stanno le contendenti, che calendario hanno e che impegni potranno rallentare la loro corsa al paradiso della prossima Champions League:

 

Napoli 53 punti

Dopo lo scontro diretto del San Paolo, gli uomini di Mazzarri non sanno se guardare avanti, verso un’ancora possibile ma difficile rimonta sulla Juventus, oppure guardarsi alle spalle, dove soprattutto il Milan si sta facendo sotto. Lo stato di forma generale non è particolarmente buono, Cavani non segna più dal 27 gennaio scorso e anche il gol trovato da Inler contro i bianconeri è arrivato abbastanza casualmente, nel peggior momento della partita per i partenopei. Il vantaggio del Napoli nella volata finale, è innanzitutto quello di partire con cinque punti di vantaggio sul Milan terzo, e sei su Inter e Lazio, al momento quarte e fuori dalla zona Champions. Altro vantaggio per gli azzurri, il fatto di non dover più giocare in Europa League e potersi così concentrare solo sul campionato. Il Napoli dovrà giocare fuori casa lo scontro diretto con il Milan il 14 aprile, mentre giocherà invece al San paolo con l’Inter il 5 maggio. Trasferta difficile anche quella di Roma con i giallorossi nell’ultima giornata di campionato il 19 maggio, ma a quel punto i giochi potrebbero già essere fatti.

Milan 48 punti

E’ la squadra con il morale più alto, quella che ha fatto il recupero più importante. Dopo la partita di andata all’Olimpico con la Lazio si trovava al terzultimo posto in classifica, dopo quella di ritorno a San Siro occupa il terzo posto solitario, che al momento gli darebbe accesso ai preliminari di Champions League. Allegri è stato bravissimo a migliorare la squadra dopo un pessimo inizio e a dare un’identità di gioco che oggi prescinde anche dai singoli ( vedi assenza di Balotelli con i laziali ). Per la corsa del Milan, molto dipenderà dal ritorno degli ottavi di finale dell’attuale Champions con il Barcellona. Se i rossoneri passeranno, la coppa influirà pesantemente sulla forma- fisica e mentale- dei ragazzi di Allegri. In calendario il Milan giocherà in casa lo scontro diretto con il Napoli, ma dovrà andare a Firenze il 7 aprile e far visita alla Juventus il 21 dello stesso mese. Infine concluderà gli scontri diretti in casa con la Roma alla penultima giornata il 12 maggio.

Inter 47 punti

La banda Stramaccioni sembrava spacciata dopo il primo tempo di Catania, invece l’orgoglio della “vecchia guardia” e i gol di Palacio l’hanno rimessa pienamente in corsa. Sarà la squadra con più impegni, visto che oltre agli ottavi di Europa League con il Tottenham, il 17 aprile si giocherà anche il ritorno della semifinale di Coppa Italia con la Roma. La forma, nonostante la rimonta di Catania, non sembra delle migliori e nelle ultime partite, i nerazzurri sono stati salvati più di una volta dal portiere Handanovic. In calendario dovrà affrontare in casa la Juve il sabato di Pasqua, poi giocherà a Napoli il 5 maggio e la settimana dopo affronterà a San Siro la Lazio.

Lazio 47 punti

La Lazio, dopo un ottimo inizio di campionato, sembra in calo. Già qualificati alla finale di Coppa Italia, i ragazzi di Petkovic dovranno affrontare gli ottavi di Europa League contro lo Stoccarda e ad oggi si fanno sentire più che mai le assenze dei vari Klose, Mauri e Konko. Già settimana prossima i biancazzurri avranno lo scontro diretto in casa contro la Fiorentina, poi il 7 aprile il derby con la Roma, e la settimana seguente la Juventus sempre all’Olimpico. Per concludere, altro viaggio a San Siro per affrontare l’Inter. Sulla carta, sembra avere il calendario peggiore di tutte le altre.

Fiorentina 45 punti

Non è più la Fiorentina spettacolo di inizio stagione, ma anche ieri contro il Chievo, i viola hanno messo in campo concretezza, e sono riusciti ad assicurarsi i tre punti. Jovetic e Ljajic vanno a sprazzi, mentre la difesa traballa. Non ha impegni europei e in calendario dovrà affrontare la Lazio fuori casa la prossima domenica, il Milan in casa il 7 aprile e la Roma sempre al Franchi il 5 maggio. Calendario non male, ma serve la Fiorentina del girone di andata.

Roma 43 punti

E’ quella messa peggio in classifica, ma la cura Andreazzoli sta cominciando a fare effetto ( tre vittorie consecutive ). Non ha impegni europei, ma deve giocare il ritorno della coppa nazionale con l’Inter ( parte dal vantaggio di 2-1 ). Prossimo impegno da segnarsi in calendario il derby la domenica dopo Pasqua, poi la trasferta a Firenze il 5 maggio e il Milan fuori casa alla penultima, prima dell’ultima partita di campionato in casa con i partenopei.