Serie A: 36° giornata


Pescara  15.00, pareggio 7.50, Milan 1.16

Da domenica scorsa il Pescara è matematicamente retrocesso, ma Bucchi ha chiesto ai suoi di fare un ultimo sforzo. Gli abruzzesi arrivano da sette sconfitte consecutive e non hanno segnato neanche un gol nelle ultime cinque partite casalinghe. Il Milan arriva all’Adriatico per provare a chiudere il discorso 3° posto. Non ci sarà Boateng per squalifica- sostituito da Niang- mentre sulla destra Robinho dovrebbe prendere il posto di El Shaarawy, fuori forma nell’ultimo periodo. Salvo sorprese, il Milan dovrebbe prendersi i tre punti.


Atalanta 3.55, pareggio 3.20, Juventus 2.15

L’Atalanta ha quasi raggiunto l’obiettivo salvezza, anche se mancherebbe ancora un punticino. Colantuono vuole giocare con un 4-3-2-1, con Denis unica punta e Bonaventura e Moralez a giostrare dietro di lui. La Juventus arriverà a Bergamo da campione d’Italia, ed è probabile che Conte faccia un po’ di turnover. Storari prenderà il posto di Buffon in porta, mentre in attacco verrà dato spazio al duo Matri-Quagliarella. I bianconeri hanno vinto le ultime otto partite in campionato e nove delle ultime dieci contro l’Atalanta, considerando tutte le competizioni. Il pareggio potrebbe essere il risultato più probabile, ma anche domenica abbiamo visto che la Juve non vuole mollare nulla, e quindi puntiamo su una vittoria degli ospiti.


Bologna 5.00, pareggio 3.80, Napoli 1.68

Pioli è rimasto molto deluso dalla prestazione dei suoi contro la Lazio:” si può perdere, ma non così, in passato abbiamo sempre lottato su ogni campo”. L’allenatore si aspetta quindi una reazione contro il Napoli. Gilardino guiderà ancora l’attacco felsineo. Il Napoli si presenta al Dall’Ara con il solito tridente (Cavani, Pandev, Hamsik), forte di sei vittorie nelle ultime sette partite in Serie A. Attenzione però, il Bologna ha vinto le ultime tre partite contro il Napoli, considerando tutte le competizioni. Un pareggio potrebbe soddisfare entrambi, quindi diciamo X.


Cagliari 2.65, pareggio 2.65, Parma 3.15

Due squadre appaiate in classifica a 43 punti, quindi entrambe salve e che non hanno da chiedere ancora molto a questo campionato. I padroni di casa, nelle parole dell’allenatore Pulga, vogliono concludere la stagione nella parte sinistra della classifica, e fino a fine stagione dovranno però fare a meno di Pinilla per squalifica. Il Parma sarà schierato da Donadoni con il 3-5-2, con Biabiany e Amauri di punta. Gli ospiti non segnano in trasferta da quattro partite, e hanno perso  le cinque ultime partite giocate lontano dal Tardini. Conteranno le maggiori motivazioni, quindi optiamo per il Cagliari (n.b. ah! Dimenticavamo, si gioca a Trieste…)


Palermo 2.20, pareggio 3.50, Udinese 3.25

Per il Palermo questa partita può valere la salvezza. Gli uomini di Sannino devono per forza vincere, altrimenti sarà Serie B quasi certa. Non ci sarà Donati per squalifica, e i gol dovranno garantirli Miccoli e Ilicic. L’Udinese però è forse la squadra più in forma del campionato e arriva al Barbera dopo cinque vittorie consecutive. Ci sono dei dubbi sulla presenza di Di Natale dall’inizio, ma alla fine il bomber dei friulani dovrebbe partire titolare. Match molto difficile e complicato, con il Palermo che cercherà di fare la partita, ma alla fine potrebbe essere anche pareggio.


Sampdoria 1.88, pareggio 3.25, Catania 4.30

La Sampdoria è letteralmente crollata nell’ultimo periodo e ha perso le ultime tre partite casalinghe in campionato. Perdere ancora in casa con il Catania, li farebbe rientrare nella lotta per evitare la retrocessione. Icardi e Maxi Lopez partiranno dalla panchina, così che la coppia d’attacco sarà formata da Sansone ed Eder. Il Catania è nono in classifica e vuole tentare il sorpasso all’Inter. Andujar e Bellusci sono ancora fuori per squalifica. I blucerchiati sono fuori forma e sfiduciati, ma dovrebbero riuscire a limitare il Catania e guadagnare così un pareggio molto importante per la loro classifica.


Siena 5.50, pareggio 3.75, Fiorentina 1.65

Al Franchi di Siena, si incrociano i destini della salvezza e dell’Europa. Gli uomini di Iachini hanno poche speranze di salvarsi ma se le vogliono giocare fino alla fine. Emeghara guiderà l’attacco, con alle spalle Sestu e Rosina. I padroni di casa arrivano da tre sconfitte consecutive e non hanno segnato neanche un gol nelle ultime quattro partite in casa. Montella non può disporre di Ljajic, fuori due turni per squalifica. In attacco ci saranno Larrondo, Cuadrado e Jovetic. Partita importante per entrambe, che tutte e due le squadre devono vincere. Forse meglio aspettare il risultato di Pescara prima di fare una puntata, ma alla fine la miglior qualità della Fiorentina dovrebbe prevalere.

Torino 3.60, pareggio 1.70, Genoa 5.55

Questa partita sarà centrale in chiave salvezza, e potrebbe avere ripercussioni anche sulle altre contendenti. In caso di vittoria, il Toro sarà praticamente salvo, ma se vince il Genoa, gli uomini di Ventura potrebbero ritrovarsi in guai seri. L’allenatore granata, dopo la difesa a cinque presentata a San Siro contro il Milan, dovrebbe tornare al suo classico 4-2-4. Il Genoa punta sullo stato di forma di Borriello e Bertolacci e potrebbe tentare il sorpasso. Partita molto tesa e complicata, alla fine il pareggio potrebbe essere il risultato che creerebbe meno danni ad entrambe le squadre.