Solo il Real Madrid può contrastare il Bayern in questa Champions League


Per l'ex centrocampista dell'Arsenal, Adrian Carke, solo una squadra potrà contendere la Champins League al Bayern Monaco, e questa squadra è il Real Madrid...

Mentre Mourinho e Mancini stanno ancora litigando su chi abbia costruito l'Inter vincente del 2010, Ancelotti si è portato avanti, e già nell'andata degli ottavi di finale, ha mostrato i muscoli.

In termini di forza, qualità, disciplina e, possiamo dirlo, anche di talento, nessuna squadra di Premier League al momento può reggere il confronto con il Real Madrid, e tantomeno con il Bayern Monaco. Tim Sherwood, dopo che il suo Tottenham era stato distrutto dal Manchester City, aveva detto che la squadra di Pellegirni era "la miglior squadra del pianeta", ma non crediamo che Ancelotti e Guardiola siano d'accordo con questa affermazione del tecnico degli Spurs. 

In questo momento, il calcio inglese, è di un gradino inferiore. Tre sconfitte e un pareggio che lascia aperti i giochi per " i nostri ragazzi" nell'andata degli ottavi di finale di Champions, sono sintomo di un movimento che non è certo ai suoi massimi livelli. 

Ancelotti finora ha fatto un gran lavoro con i blancos. Ha riportato ordine nello spoglaitoio, eliminando anche alcuni malumori che erano affiorati nell'era Mourinho. In più, si è trovato subito a dover fare a meno di due top player come Higuain e Ozil, e, dopo le iniziali difficoltà di Bale, ora il gallese sembra pienamente integrato nella squadra, come lo stanno diventando anche Isco e Illarramendi.

Mi ricordo ancora il Chelsea devastante di Ancelotti: 7-2 al Sunderland, 7-1 all'Aston Villa, 7-0 allo Stoke, e gli otto gol segnati al Wigan. L'allenatore italiano sta riproponendo lo stesso progetto anche a Madrid. I blancos infatti hanno segnato 4 o più gol in 11 occasioni quest'anno, fra cui la vittoria ad Istanbul con il Galatasaray per 6-1, nello stesso campo sul quale il Chelsea di Mourinho è uscito con uno striminzito e stentato pareggio per 1-1.

Il Real Madrid non è certo ancora un progetto finito. Ancelotti deve ancora lavorare sull'intesa in difesa fra Sergio Ramos e Pepe, come deve anche migliorare l'intesa a centrocampo fra Modric e Xabi Alonso. E csa dire dell'attacco? Benzema riuscirà a reggere sui ritmi attuali fino al termine della stagione?

Il tecnico italiano avrà ancora da lavorare quindi, ma al momento nessun grande club europeo è ancora perfetto. Il Bayern non ha un Galactico davanti, il PSG manca d'esperienza, Il Dortmund è troppo dipendente da due o tre nomi. Tutto il contingente inglese poi , è di ottimo livello (sì, anche il Manchester Unitrd), ma le ultime due stagioni hanno mostrato crepe evidenti in tutte le squadre.

Roy Keane aveva ragione quando ha detto che al momento la Premier League è il miglior brand, ma le squadre inglesi non sono le migliori, e soprattutto la lega non può vantare i due migliori tecnici al mondo. 

Se dovessi puntare dei soldi, lo farei su Real Madrid o Bayern per questa Champions League, perchè non penso che la coppa dalle grandi orecchie possa sfuggire a uno fra Ancelotti e Guardiola.

Se vuoi scomettere sulla Champions League, clicca qui