Speciale Mondiali 2014: 10 cose che potresti non sapere su Germania 2006


10) L'Italia di Marcello Lippi arriva al Mondiale in mezzo alla bufera. A un mese dalla partenza per la Germania, scoppia lo scandalo di Calciopoli e, alcune delle squadre nelle quali militano gli Azzurri, sono pesantemente coinvolte. Molti tifosi e addetti ai lavori chiederanno il ritiro della nazionale italiana, ma Lippi saprà trarre un vantaggio da questa situazione e riuscirà a cementare il gruppo. Dopo la vittoria a Berlino, Gennaro Gattuso dirà:" abbiamo vinto anche grazie a Calciopoli".

9) Nella partita del gruppo F tra Australia e Croazia, il croato Simunic viene ammonito tre (3) volte prima di essere espulso dall'arbitro inglese Poll. La partita finisce 2-2 e a passare il turno assieme al Brasile, sono gli australiani.

8) Nella partita giocata il 13 giugno 2006 a Francoforte e valevole per il gruppo G, si affrontano Corea del Sud e Togo. Le squadre all'inizio sono schierate per gli inni nazionali, ma viene replicato due volte l'inno coreano, mentre quello togolese non viene minimamente considerato.

7) L'ottavo di finale tra Argentina e Messico, è una delle partite più belle e spettacolari del torneo. I messicani vanno in vantaggio con Rafa Marquez, ma subito pareggia Crespo. Si va ai supplementari, e a decidere è uno splendido tiro al volo di Maxi Rodriguez. Vince l'Argentina per 2-1 (nel video sotto gli highlights della partita).

6) L'ottavo di finale di Norimberga fra Portogallo e Olanda invece, è poco spettacolare e molto combattuto. Le squadre rimangono in nove (quattro espulsi) e il Portogallo ha la meglio per 1-0 grazie a un gol di Maniche.

5) Nel quarto di finale tra Germania ed Argentina, le squadre arrivano ai rigori, dopo l'1-1 al 120'. Il portiere tedesco Lehmann tiene con sè un foglietto, con tutte le caratteristiche dei rigoristi avversari. Riuscirà a parare i tiri di Ayala e Cambiasso, e i tedeschi raggiungeranno la semifinale con l'Italia.

4) Il Brasile, come al solito, è uno dei grandi favoriti della vigilia, ma i sudamericani pensano troppo al "joga bonito", gli allenamenti solitamente sono aperti al pubblico e ci sono sempre grandi feste e spettacolo. La squadra di Parreira riuscirà a raggiungere i quarti di finale, ma una Francia più solida la farà fuori grazie al gol di Henry.

3) Nella semifinae fra Portogallo e Francia, lo spettacolo è anche in panchina. Scolari e Domenech non riusciranno a star fermi un minuto, e accuseranno gli avversari di fare scenate e di perdere tempo. Rimane negli occhi la scena di Domenech che mima il gesto della cinepresa, modo originale per accusare i portoghesi di fare gli attori in campo.

2) L'Italia affronta la Germania a Dortmund e, come successo già nella semifinale di Messico 1970 e nella finale di Spagna 1982, quando conta, saranno gli Azzurri a vincere la sfida. Si arriva ai supplementari, e lì ci penseranno Grosso e Del Piero a dare la vittoria alla nazionale italiana.

1) In finale a Berlino, l'Italia si prenderà la rivincita sui francesi, dopo che i Galletti avevano eliminato gli Azzurri ai rigori nei quarti dell'edizione del 1998, e li avevano battuti in finale agli Europei 2000, grazie al golden gol di Trezeguet. La partita andrà ai rigori, e il caso (o il fato) vorrà che l'unico errore dal dischetto arriverà proprio da Trezeguet, che colpirà la traversa.