Speciale Mondiali 2014: 10 cose che potresti non sapere su Sud Africa 2010


10) Dopo le varie edizioni disputate in Europa e nelle Americhe, e la tappa del 2002 in Asia, il Sud Africa sarà la prima nazione africana ad ospitare il Mondiale. Negli anni Ottanta anche il Marocco si era fatto avanti, ma non riuscirà mai a portare avanti seriamente la propria candidatura.

9) Delle 32 squadre partecipanti, la Slovacchia sarà l'unica esordiente assoluta al Mondiale del 2010.

8) La Slovacchia finirà nel girone dell'Italia e sarà una delle sorprese di questo torneo. Dopo il pareggio con la Nuova Zelanda e la sconfitta con il Paraguay, gli slovacchi vinceranno la partita decisiva con gli Azzurri di Lippi per 3-2.

7) La Corea del Nord sarà alla sua prima partecipazione mondiale dopo quella del 1966 in Inghilterra. I coreani, dopo aver perso di misura con il Brasile (1-2), subiranno una dura batosta dal Portogallo (0-7) e prenderanno tre gol anche nell'ultima uscita con la Costa d'Avorio. i vertici del partito comunista di Pyongyang non la prenderanno per niente bene, e al ritorno in patria tutti i gioctori saranno esposti al pubblico ludibrio.

6) Il Portogallo si presenterà in Sud Africa con un Cristiano Ronaldo in piena forma e con una squadra che vuole fare strada. La squadra di Queiroz uscirà agli ottavi con la Spagna e segnerà sette reti nel torneo, ma tutti i gol saranno realizzati solo nella partita contro la Corea del Nord.

5) Il Ghana potrebbe essere la prima squadra africana ad arrivare in semifinale, ci arriva vicinissima, ma l'impresa sfugge di un soffio. Al 120° minuto del supplementare con l'Uruguay, il ghanese Adiyiah colpisce di testa e Luis Suarez salva sulla lina con la mano. Asamoah Gyan ha suoi piedi una storica qualificazione, ma il suo tiro dal dischetto centra la traversa. Si va ai rigori, ed è l'Uruguay ad avere la meglio per 4-2.

4) Nell'ottavo di finale di Bloemfontein, si affrontano Germania e Inghilterra. i tedeschi vanno sul 2-0 con i gol di Klose e Podolski, ma l'Inghilterra accorcia con Upson. Sull'1-2, l'arbitro uruguayano Larriondo non vede che il pallone calciato da Lampard, dopo aver sbattuto sulla traversa, ha chiaramente superato la linea. Qui non ci sono dubbi come nel 1966, ma arbitro e guardalinne non vedono e il primo tempo finisce sul 2-1 per la squadra di Loew. Nella ripresa i tedeschi dilagno, e i due gol di Thomas Muller affondano definitivamente Capello e la sua squadra.

3) La grande sorpresa dei quarti, è l'eliminazione del Brasile che, dopo essere andato in vantaggio con un gol di Robinho, subisce due gol dall'Olanda, che segna due volte con Sneijder. Gli olandesi volano così in semifinale.

2) Nella finale di Johannesburg, rimane negli occhi di tutti il fallo commesso da De Jong su Xabi Alonso (foto sotto). Intervistato da noi qualche tempo fa, l'olandese ha detto di non essersi mai curato delle critiche subite dopo quell'intervento, e si è detto dispiaciuto solo del fatto che tutto il suo Mondiale, è stato ridotto solo a quel fallo nella finale.

1) La Spagna vince in finale con l'Olanda per 1-0 grazie a un gol di Iniesta al 116'. Curioso il fatto che gli spagnoli, dagli ottavi di finale in poi, hanno disputato quattro partite, e le hanno vinte tutte per 1-0.